Roma-CSKA Sofia: dopo il pari di San Siro i giallorossi vogliono i 3 punti

Roma-CSKA Sofia: dopo il pari di San Siro i giallorossi vogliono i 3 punti

Giovedì 29 ottobre, allo stadio Olimpico, va in scena Roma-CSKA Sofia, seconda partita della fase a gironi del Gruppo A di Europa League. I capitolini sono a punteggio pieno e vogliono continuare con il loro percorso netto, battendo un CSKA già di per sé inferiore dal punto di vista tecnico e tattico, e reso ancor più debole dall’esonero dell’allenatore Steman Belchev e del suo assistente, Vladislav Janusz (anche se il club parla di separazione di comune accordo).

Quote del: 28/10/2020

Calcio d’inizio: giovedì 29 ottobre, ore 21

Stadio: Olimpico, Roma

La presentazione

La Roma di Paulo Fonseca non è ancora una macchina perfetta, ma a giudicare da questo primo scorcio di stagione da imbattuti sul campo (la sconfitta in Serie A col Verona è arrivata a tavolino), i giallorossi sembrano aver trovato una loro fisionomia efficace nel 3-4-2-1. Lo sa bene il Milan, a cui la Lupa ha imposto il 3-3 in rimonta a San Siro, al termine di un match giocato a viso aperto e nel quale i giallorossi non hanno rubato nulla, anche se sono stati i rossoneri ad avere il maggior numero di palle gol.

Anche se contro lo Young Boys le seconde linee hanno faticato, il fatto di giocare in casa e di affrontare una squadra con grossi problemi interni dovrebbe convincere Fonseca ad attuare un discreto turnover. Probabilmente è ancora presto per Smalling, ma il rientro di Mancini dalla squalifica fa dormire sonni tranquilli al tecnico portoghese. A centrocampo, Villar (entrato bene a San Siro) farà riposare Veretout, mentre davanti con Pedro ci potrebbe essere spazio per Carles Perez. Al posto di Dzeko, Borja Mayoral (foto in alto) dovrebbe prendersi sulle spalle il peso dell’attacco giallorosso.

Il CSKA Sofia, come detto, è una mezza polveriera. Sconfitto in casa dal Cluj nella prima europea, il club bulgaro stenta anche in campionato, dove ha collezionato il sesto pareggio in 10 giornate (4 pari e 1 sconfitta nelle ultime 5) contro l’Arda Kardzhali, scivolando a 7 punti dal primo posto. Un trend che ha convinto la società a cambiare guida tecnica, anche se l’annuncio del nuovo allenatore dovrebbe arrivare dopo la sfida contro la Roma.

Roma-CSKA Sofia: precedenti in Europa

Roma e CSKA si sono incontrate quattro volte nella loro storia, ed hanno sempre avuto la meglio i giallorossi. L’ultimo scontro risale all’Europa League 2009/2010, con la Roma che vinse il suo girone e i bulgari che chiusero invece da fanalini di coda. In generale, il CSKA Sofia ha giocato 8 partite contro le italiane, perdendone 6 e pareggiandone 2: l’ultima volta che evitarono la sconfitta fu in Coppa Uefa contro il Parma, nel lontanissimo 1991.

Roma-CSKA Sofia: le probabili formazioni

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Ibanez, Mancini, Kumbulla; Bruno Peres, Pellegrini, Villar, Spinazzola; Carles Perez, Pedro; Borja Mayoral

CSKA Sofia (4-3-3): Busatto; Galabov, Anton, Mattheij, Mazikou; Youga, Sankhare, Gefelson; Keita, Sowe, Beltrame

Roma-CSKA Sofia: quote, scommesse, pronostico

Passiamo alle quote sull’Europa League, che non danno grosse chance al CSKA Sofia di uscire dall’Olimpico con qualcosa di diverso da un altro 0 in classifica:

  • 1 a 1,22
  • X a 6,50
  • 2 a 11

 

La Roma sta concedendo parecchio agli avversari, perciò il gol a 1,83 può essere una buona scelta. Ci aspetta una partita che potenzialmente potrebbe finire con un punteggio molto alto: l’Over 3,5 paga 2.  Un’altra quota decisamente interessante è quella sul parziale/finale: l’eventualità che la Roma chiuda in vantaggio il 1° tempo, e che si porti a casa la partita, paga 1,72.

QUOTE
ROMA-CSKA

X