Il dirigente sui casi di Juventus e Barcellona
Il dirigente sui casi di Juventus e Barcellona

Il giudizio di Rummenigge su Juventus e Barcellona: “Cose inaccettabili, ma non mi stupisco”

L’ad del Bayern Monaco è stato intervistato dal Corriere dello Sport per analizzare tanti dei temi attuali nel calcio, dagli stadi alla Superlega. L’ex attaccante dell’Inter ha commentato anche gli scandali riguardanti la Juventus e il Barcellona definendole cose mai viste e inaccettabili. Il dirigente del club tedesco ha poi ricordato il suo passato all’Inter e raccontato anche un aneddoto su Luciano Spalletti

Nell’ultimo periodo sono venute a galla delle situazioni molto scomode riguardo la Juventus e il Barcellona. Il club bianconero da qualche mese è alle prese con le accuse sulle plusvalenze e sul falso in bilancio, mentre da qualche giorno è stato alzato anche il polverone in merito alla questione dei pagamenti all’ex capo degli arbitri da parte del Barcellona. Su queste situazioni si è espresso anche Karl Heinze Rummenigge, attuale ad del Bayern Monaco, nonché membro del board della UEFA. Il dirigente del club bavarese è stato intervistato dal Corriere dello Sport e ha parlato di tanti temi del calcio attuale.

L’ex attaccante dell’Inter ha parlato della questione Superlega dicendosi totalmente in disaccordo. L’idea dei grandi club di ottenere ricavi importanti in tempi rapidi rischia infatti di stravolgere il calcio, che è un’industria che ora produce solo perdite. Sugli stadi il suo punto di vista è che in Italia, fino a quando saranno di proprietà dei comuni, non favoriranno mai entrate adeguate per le società. In questo senso con l’organizzazione degli Europei 2032 si può seguire il modello attuato in Germania nel 2006 e migliorare le cose.

Sulla Juventus e sulle accuse Rummenigge ha poi dichiarato: “Leggendo cosa aveva combinato la Juve non ci potevo credere, mai sentita una cosa simile in vita mia. La Juve è una società importantissima, di riferimento per il calcio italiano e europeo, si è fatta un clamoroso autogol. Sono comunque sicuro che sarà in grado di ricostruirsi. Nei tempi giusti”. Non meno duro il parere in merito alla situazione più recente in cui si è invischiato il Barcellona: “Mi credi se ti dico che ho riso leggendo questa notizia. La cosa però non mi stupisce: ogni volta che giocavamo in Spagna avvertivo una strana sensazione. Sono cose inaccettabili che non investono soltanto il torneo nazionale. Anche il tema arbitrale va affrontato con molta serietà. E rispetto”.

Nell’intervista al quotidiano romano Rummenigge ha poi fatto degli elogi al Napoli e ha raccontato un episodio sull’incontro con Luciano Spalletti nel giorno del matrimonio di sua figlia. Ovviamente tanti complimenti per il tecnico di Certaldo, per l’ottima gestione della squadra azzurra in questa stagione pur senza una rosa stellare come tutti gli altri top club. Un ricordo positivo anche del suo passato all’Inter, che ha definito “il periodo forse più divertente”, e degli indimenticabili sostenitori nerazzurri.

Crediti Immagine: Getty Images

X