Romania-Islanda: a Bucarest i padroni di casa mirano a blindare il secondo posto

Romania-Islanda: a Bucarest i padroni di casa mirano a blindare il secondo posto

Nel Girone J di qualificazione ai Mondiali, dominato dalla Germania, c’è ancora un verdetto da stabilire: Romania-Islanda sarà una sfida fondamentale in chiave playoff. Giovedì 11 novembre alle 20.45, la squadra di casa scenderà in campo con un solo obiettivo: vincere per mettere una seria ipoteca sul secondo posto, approfittando dello scontro diretto tra le due terze in classifica, Armenia e Macedonia del Nord. Di fronte, un’Islanda le cui possibilità di piazzarsi seconda sono ridotte all’osso.

Quote del: 9/11/2021

Fischio d’inizio: giovedì 11 novembre, ore 20.45

Sede: Stadionul Steaua, Bucarest

ROMANIA-ISLANDA
LE QUOTE LIVE

Romania-Islanda, la presentazione

Nel girone J di qualificazione ai Mondiali il primo posto è già irraggiungibile: la Germania con 21 punti ha staccato il pass per Qatar 2022 e non resta che conoscere il nome della squadra che si giocherà il tutto per tutto ai playoff, accessibili solo alla seconda classificata. Alle spalle dei teutonici c’è la Romania con 13 punti, uno in più di Macedonia e Armenia, appaiate a 12, con l’Islanda che insegue a meno cinque dall’avversaria di giornata.

Dopo aver mancato la qualificazione al Mondiale 2018 e ad Euro 2020, la Romania vuole giocarsi le sue carte per tornare a competere in una grande competizione e per farlo dovrà vincere la sfida di giovedì sera contro l’Islanda, mantenendo così il secondo posto in vista dell’ultima agevole sfida del girone contro il Lichtenstein.
La squadra di Mirel Radoi sta attraversando un buon momento di forma, con tre vittorie nelle ultime cinque partite e una sola sconfitta: segna poco, ma subisce ancora meno e può contare su un gruppo con il giusto mix tra gioventù ed esperienza, guidato come al solito in difesa da capitan Chiriches.

I quarti di finale di Euro 2016 e la partecipazione al Mondiale del 2018 sono ormai un lontano ricordo per la favola Islanda: mancata la qualificazione all’ultimo europeo, anche il Qatar sembra una meta difficile da raggiungere. Sono otto i punti nel girone e anche due vittorie nelle ultime due partite potrebbero non bastare per agguantare i playoff.

Le probabili formazioni

Non convocato Mihaila, il CT Radoi si affiderà a Man, altro giocatore rumeno del Parma, e al figlio d’arte Ianis Hagi. La difesa sarà comandata dall’inamovibile Chiriches. Occhio alle sorprese: la Romania ha convocato un classe 2006, Enes Sali, fantasista cresciuto nelle giovanili del Barcellona e attualmente allenato da Gheorghe Hagi, stella del calcio romeno.

Due giocatori del Lecce titolari nell’Islanda: il difensore Brynjar Bjarnason e Thorir Helgason, centrocampista che affiancherà l’ex Brescia e Pescara Birkir Bjarnason. In attacco occhi puntati sul talento di Albert Gudmundsson, autore di una doppietta nell’ultima sfida giocata contro il Lichtenstein.

Romania (4-3-3): Nita; Ratiu, Chiriches, Nedelcearu, Bancu; Stanciu, Marin, Cicaldau; Hagi, Puscas, Man. All. Radoi.

Islanda (4-3-3): Olafsson; Sampsted, Brynjar Bjarnason, Gretarsson, Thorarinsson; Thordarson, Birkir Bjarnason, Helgason; Gudmundsson, Kjartansson, Thorsteinsson. All. Vidarsson.

Romania-Islanda, quote e pronostico

La partita di giovedì sarà decisiva per le sorti della Romania, visto anche lo scontro diretto tra le terze in classifica Armenia-Macedonia del Nord. L’ultima giornata offre in calendario la sfida non complicata contro il Lichtenstein, ecco perché una vittoria con l’Islanda significherebbe ipotecare l’accesso ai playoff.

I precedenti sono a favore della squadra di casa: tre vittorie contro una, con undici gol segnati dalla Romania e appena due subiti. L’Islanda ha ottenuto il successo solo in una delle ultime cinque sfide e dovrà fare la partita perfetta contro una squadra che si difende bene e prende pochi gol. Sono otto le reti subite dalla Romania in queste qualificazioni, sei delle quali incassate però nelle prime tre giornate: negli ultimi cinque match del girone sono arrivati infatti ben quattro clean sheet, che hanno permesso a Chiriches e compagni di lanciarsi al secondo posto dopo un avvio complicato con due sconfitte nelle tre partite iniziali.

Pur avendo segnato lo stesso numero di gol degli avversari, l’Islanda ne ha subiti quasi il doppio e una difesa disattenta ha reso molto complicata la situazione nel gruppo J. Nella sfida di settembre tra le due nazionali, la squadra di Vidarsson uscì sconfitta per 2-0 e vista la situazione nel girone, oltre al fattore campo, consigliamo di puntare ancora sulla vittoria della Romania, favorita anche dalle ROMANIA-ISLANDA
LE QUOTE DI OGGI

Crediti Immagine: Alamy

X