Pronostico GP Russia 2021: Verstappen vs Hamilton, il duello si sposta sul Mar Nero

Pronostico GP Russia 2021: Verstappen vs Hamilton, il duello si sposta sul Mar Nero

Dopo il trittico di Gran Premi ravvicinati, in Belgio, Olanda e Italia, che hanno chiuso la movimentata estate della Formula 1, il Circus ha rifiatato per una settimana. Ora si riparte con il GP di Russia, sulla pista di Sochi, alla penultima apparizione della propria storia prima di cedere il testimone a San Pietroburgo. A misurare la temperatura del bollente duello tra Max Verstappen e Lewis Hamilton, divisi da cinque lunghezze in classifica dopo i due punti strappati dall’olandese nella Sprint Race di Monza che ha  preceduto la clamorosa doppia “autoeliminazione” domenicale, sarà un circuito particolare, ricavato all’interno del Villaggio Olimpico dei Giochi invernali 2014, e adatto per caratteristiche tanto alla Red Bull quanto alla Mercedes, finora unica scuderia vincente nelle sette edizioni del GP disputate.

GP RUSSIA 2021
TUTTE LE QUOTE LIVE

GP Russia 2021, la presentazione

Sarà un Gran Premio senza bandiera quello che scuderie e piloti si apprestano a vivere nell’ultimo dei tre weekend di gara del mese di settembre. Nel rispetto della sentenza del Tas di Losanna sul doping di stato di cui è stata accusata la Federazione russa, quello di Sochi sarà di fatto un Gran Premio “apolide”, in quanto durante tutto il fine settimana non sarà esposta la bandiera della nazione ospitante.

Il GP Russia 2021 sarà il 15° appuntamento del Mondiale di Formula 1, nonché la penultima tappa europea del campionato, due settimane prima del GP di Turchia che si svolgerà sul circuito di Tuzla. Da quel momento il Circus si trasferirà definitivamente fuori dal Vecchio Continente per le ultime sei prove di un Mondiale che dopo quattro anni nei quali il titolo è stato assegnato con largo anticipo potrebbe decidersi all’ultima curva dell’ultimo GP, quello di Yas Marina del 12 dicembre.

L’autodromo di Sochi è uno tra i più giovani tra quelli del Mondiale 2021 di Formula 1. Tra i circuiti europei solo quello di Baku, sede del GP di Azerbaijan, ha una storia meno lunga di quello della città che ha ospitato i Giochi Olimpici invernali nel 2014. Nello stesso anno si è svolta la prima, storica edizione del GP di Russia, fortemente voluto dal premier Vladimir Putin proprio per mantenere alti interesse turistico e visibilità sulla città che si affaccia sul Mar Nero.

Quella del 2021 sarà comunque la penultima volta in cui il GP di Russia sarà ospitato dal circuito di Sochi. Liberty Media, infatti, organizzatrice del Mondiale di F1, ha già annunciato che dal 2023 la corsa si svolgerà presso il circuito di Igora Drive a San Pietroburgo che, inaugurato nel 2019, è stato finora riservato a gare di rally, kart e supermoto, ma che nei prossimi mesi dovrà subire alcune modifiche regolamentari necessarie per poter ospitare i bolidi di Formula 1.

Con i suoi 5.848 metri, il circuito è infatti il quarto più lungo dell’intero calendario del Mondiale 2021, dopo quello di Spa-Francorchamps, quello di Baku e quello di Silverstone, ma quasi un terzo della lunghezza complessiva, circa 1700 metri, si snoda su strade pubbliche. Per questo il circuito di Sochi, di fatto l’opposto rispetto a quello di Monza, è un ibrido interessante, che mescola rettilinei, nel primo settore, e parti più lente, in grado di esaltare le capacità di guida dei piloti nelle curve, ben 18, 12 a destra e solo sei a sinistra. Cosa conterà di più, quindi? In generale sarà fondamentale avere un assetto perfetto oltre a un mix tra potenza della power unit nel primo settore e trazione nel resto della pista. Meno importanza per aerodinamica e gomme, poco sollecitate, con un solo pit stop previsto.

GP Russia 2021, quote e pronostico

L’albo d’oro del GP di Russia è… monomarca, unico caso del genere tra quelli che ospitano il Mondiale 2021 di Formula 1. A vincere le sette edizioni finora disputate è stata infatti sempre la Mercedes, con tre piloti diversi: Lewis Hamilton ha trionfato in quattro edizioni, le prime due svoltesi nel 2014 e nel 2015, e poi nel 2018 e nel 2019. Nelle altre tre occasioni a vedere per primi la bandiera a scacchi sono stati i compagni di squadra del Leone di Stevenage, Nico Rosberg nel 2016, anno in cui il tedesco conquistò il titolo mondiale, e Valtteri Bottas nel 2017 e nel 2020.

Quest’anno però i rapporti di forza sono cambiati, la scuderia di Brackley non è più dominante e anzi le caratteristiche della pista di Sochi si addicono a diverse auto, in particolari a quelle in grado di sviluppare una buona trazione, compresa la Ferrari, che rischia però di pagare ancora un tributo elevato alle non esaltanti performances della propria power unit. in particolare nel primo settore. Mercedes e Red Bull ancora favorite, quindi, ma attenzione anche all’Aston Martin e soprattutto alla McLaren.

Dopo il clamoroso “autoscontro” nel GP d’Italia, Max Verstappen e Lewis Hamilton dovranno abbassare la temperatura del duello e pensare a fare punti, quindi per la vittoria potremmo assistere al solito testa a testa. La Red Bull partirà leggermente avvantaggiata nel GP di Russia, ma l’olandese dovrà scontare la penalizzazione di tre posizioni in griglia di partenza dopo l’incidente di Monza e potrebbe “accontentarsi” di un posto sul podio. Analizzate le quote sulla Formula 1, puntiamo quindi sul mantenimento del dominio Mercedes e sulla quinta vittoria stagionale di Lewis Hamilton.

GP RUSSIA 2021
LE MIGLIORI QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X