Ferrari Leclerc Sainz

La Ferrari può vincere il Mondiale 2022? Analisi, quote scommesse e pronostico per Leclerc, Sainz e costruttori

L’obiettivo dichiarato dalla Ferrari in inverno era tornare a vincere almeno una gara dopo tre anni di digiuno. Pretattica? Difficile dirlo, fatto sta che sono bastati due GP per stravolgere gli obiettivi. La Rossa è tornata, non più forte che mai, ma quanto basta per annullare in un inverno il gap che la separava da Red Bull e Mercedes. È tutto oro quello che è luccicato in Bahrain e Arabia Saudita? Proviamo a fare le carte alle realistiche ambizioni della scuderia di Maranello per cercare di rispondere alla domanda: la Ferrari può vincere il Mondiale 2022?

L’anno della rivoluzione e il “miracolo” della nuova Ferrari

Il memorabile avvio del Mondiale 2022 di cui è stata protagonista la Ferrari, con quattro podi nei primi due GP, impresa che non riusciva dal 2001, in piena era Schumacher, e la vittoria in Bahrain che ha interrotto una striscia senza successi lunga 45 GP, ha tutte le sembianze di un ritorno della scuderia di Maranello a una competitività ad altissimi livelli. Già conosciuta in tempi piuttosto recenti con Fernando Alonso e Sebastian Vettel, frenati poi da bruschi cali di rendimento nella seconda parte della stagione o dalle difficoltà della macchina ad adattarsi a tutti i tipi di circuiti.

Charles Leclerc o Carlos Sainz riusciranno ad andare oltre e a succedere a Kimi Raikkonen, ultimo ferrarista campione del mondo nel 2007 e/o a riportare a Maranello il titolo costruttori che manca dal 2008? Per il momento ad autorizzare i sogni sono state proprio le straordinarie prestazioni fornite dalle Rosse in due piste molto diverse tra loro come quelle del Bahrain e dell’Arabia Saudita. 

F1-75, i segreti della nuova Ferrari

Quali sono allora i pregi così “seducenti” della nuova Ferrari? Semplicemente, l’ultima nata di Maranello sembra non avere rivali in quel delicato equilibrio tra carico aerodinamico, trazione e gestione degli penumatici che è di fatto l’asse fondamentale su cui si poggiano le fortune di una monoposto. In soldoni, la F1-75 è super nelle frenate e nelle curve, mentre l’unico, teorico punto debole può essere individuato nella power unit.

A Gedda la Red Bull si è mostrata superiore in termini di velocità pura. La Ferrari è fortissima nel giro secco, ma nel passo gara ad un’affidabilità finora rassicurante non ha corrisposto un’adeguata velocità in particolare nei rettilinei. Dall’altro lato, essere performanti nelle curve permette di trattare meglio gli pneumatici, altro elemento chiave per i nuovi regolamenti considerando che con il ritorno dell’effetto suolo le distanze tra le vetture saranno più ridotte e sarà fondamentale non surriscaldare troppo le gomme.

Insomma, immaginando un testa a testa Ferrari-Red Bull l’obiettivo più immediato a Maranello sarà lavorare sulla velocità pura, mentre in casa austriaca si punterà a migliorare nella governabilità nelle curve. Chi può arrivare prima a dama? La sensazione è che la Red Bull abbia più margini di miglioramento, ma a Maranello non hanno intenzione di smettere di stupire proprio ora che si è tornati a sognare.

Quote vincente Mondiale 2022 Formula 1

La Ferrari può vincere il Mondiale 2022? Le quote per Leclerc, Sainz e per la classifica costruttori

Fin qui gli aspetti tecnici, sufficienti per immaginare che le Ferrari possano lottare fino alla fine per riportare a Maranello il titolo piloti. Già, ma con quale dei due “cavalieri”? Per le migliori quote sportive online Charles Leclerc è “solo” il secondo favorito per il Mondiale 2022, alle spalle di Max Verstappen. Del resto si sta parlando del campione in carica, che può contare su una vettura rodata e su una scuderia di fatto a totale disposizione, oltre che forgiato da un testa a testa a testa senza precedenti con Lewis Hamilton.

Quote Leclerc vincente Mondiale F1 @2,60

Dopo due stagioni nelle quali era riuscito a fare intravedere il proprio potenziale, con due vittorie e 13 podi complessivi, nel 2021 il monegasco ha inaspettatamente chiuso alle spalle del compagno di scuderia Carlos Sainz. Lo scorso anno le responsabilità hanno forse condizionato Leclerc, ma quest’anno le cose sembrano iniziate in modo diverso. In Bahrein, Leclerc ha centrato il suo primo hat-trick in carriera (pole, giro veloce, vittoria) e in Arabia Saudita ha sfiorato il bis, preceduto per solo mezzo secondo dal campione del mondo in carica. Leclerc è in vetta al Mondiale con 45 punti e la sua candidatura per il titolo è più che mai realistica. Ma per le quote sulla F1 in vetta alle preferenze dei bettor resta Verstappen.

Quote Sainz vincente Mondiale F1 @13,00

Complice un inizio di stagione più opaco rispetto a quello scintillante del monegasco, Sainz sembra tornato al ruolo di seconda guida, messo seriamente in discussione nella passata stagione. Seconda guida con ambizioni concrete, tuttavia. Secondo in Bahrein, il madrileno è andato a podio anche a Gedda, confermandosi pilota veloce e affidabile. In classifica ha 33 punti, preceduto solo dal compagno di squadra Leclerc. A un certo punto la stagione potrebbe richiedere alla scuderia di operare una scelta, ma fino a quel momento Sainz avrà la possibilità di giocarsi le sue carte fino in fondo.

Quote Ferrari vincente Mondiale costruttori @1,85

Avere due piloti in grado di lottare per le prime file può fare la differenza, a patto che le gerarchie siano definite. Sarà quindi fondamentale remare nella stessa direzione, come accade tra Verstappen e Perez: in casa Red Bull le gerarchie non sono mai state in discussione e questo rappresenta un oggettivo vantaggio, ma Sainz ha tutto per vincere la “sfida” con il messicano. Per questo i bookies vedono la Ferrari favorita per il titolo costruttori, che tuttavia è stato “slegato” da quello piloti solo due volte negli ultimi 14 anni.

Crediti Immagine: Getty Images

X