Verona-Inter: Hellas contro il tabù nerazzurro, ma i campioni d'Italia sono di ferro

Verona-Inter: Hellas contro il tabù nerazzurro, ma i campioni d’Italia sono di ferro

Sarà Verona-Inter l’anticipo sera di venerdì 27 agosto che aprirà, subito dopo Udinese-Venezia delle 18.30, la seconda giornata della Serie A 2021-22. I nerazzurri arrivano all’appuntamento del Bentegodi lanciati dallo scintillante esordio contro il Genoa (4-0) e desiderosi di concedere il bis contro un avversario che li soffre tremendamente. La squadra di Di Francesco, sconfitta dal Sassuolo al debutto, punta su Zaccagni per infrangere il tabù-Inter, ma segnare alla difesa di ferro di Inzaghi sarà complicato.

Quote del: 24/08/2021

Fischio d’inizio: venerdì 27 agosto, ore 20.45

Sede: Stadio Bentegodi, Verona

VERONA-INTER
LE QUOTE AGGIORNATE

Verona-Inter, la presentazione

Molto rumore per nulla. Si potrebbe riassumere così, in modo shakespeariano, l’estate nerazzurra che ha preceduto il debutto nella Serie A 2021-22. Settimane in cui i tifosi interisti, con più di una ragione, si sono interrogati sul futuro prossimo di un club costretto a vendere i pezzi pregiati e a salutare il tecnico dello scudetto, per poi trovarsi con una squadra già scintillante, in grado di spazzare via con un rotondo 4-0 il malcapitato Genoa e tutte le perplessità che circondavano l’ambiente. Con Dzeko, Calhanoglu, Dumfries e Simone Inzaghi al posto di Lukaku, Eriksen, Hakimi e Conte, in fondo, le cose non sembrano così diverse, anche per gli appassionati di scommesse sportive.

Certo, tutto va soppesato. Tra tutte le squadre che presumibilmente lotteranno per mantenere la categoria, il Genoa era considerato tra quelle messe peggio. E il silenzio-stampa imposto dopo San Siro non fa che confermare che l’ambiente è tutt’altro che sereno. Ma all’Inter poco importa, era fondamentale partire bene e riprendere subito il filo interrotto lo scorso maggio. E altrettanto fondamentale sarà proseguire lungo questo tracciato anche in Verona-Inter. In attesa, ovviamente, che gli ultimi giorni di mercato consentano a Beppe Marotta di completare il quadro, con l’acquisto dell’attaccante che manca: per Correa bisogna convincere Lotito, che non scende sotto i 35 milioni di euro, mentre più percorribile appare la pista-Belotti.

Le probabili formazioni

Per la sfida del Bentegodi, Inzaghi avrà più frecce al proprio arco, a cominciare da Lautaro Martinez. Con il rientro del Toro, pare probabile il ritorno al classico 3-5-2, con l’argentino a far coppia per la prima volta con Dzeko. Calhanoglu, un assist e un gol contro il Genoa, retrocederà in mediana, accanto a Brozovic e Barella. Immutato il resto della squadra, con un solo possibile ballottaggio, quello tra Perisic e Di Marco per la fascia sinistra.

Su sponda veronese, Di Francesco insisterà sul 3-4-2-1, con Zaccagni e Barak a supporto di Nikola Kalinic. Il trequartista, cercato in estate da Milan e Napoli e autore di una doppietta contro il Sassuolo, è l’uomo a cui si affida l’Hellas per provare a infastidire i campioni d’Italia. Cambia il centrocampo: fuori lo squalificato Veloso e occasione per Ilic, mentre Frabotta agirà sulla sinistra con Lazovic spostato sulla fascia opposta. E una novità potrebbe esserci anche tra i pali, dove Lorenzo Montipò, arrivato un mese fa dal Benevento, potrebbe fare il suo esordio dopo l’intervento al menisco, con il giovane croato Pandur pronto a sedersi in panchina.

Verona (3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Gunter, Ceccherini; Lazovic, Hongla, Ilic, Frabotta; Zaccagni, Barak; Kalinic. All. Di Francesco

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Martinez. All. Inzaghi

Verona-Inter, quote e pronostico

Precedenti e quote sulla Serie A non lasciano molto spazio alle speranze gialloblu. Il Verona infatti ha vinto la miseria di 8 dei 78 scontri diretti con l’Inter, l’ultimo dei quali risalente a quasi 30 anni fa (febbraio 1992, 1-0 gol di Ezio Rossi). E da lì in avanti, in 20 tentativi, l’Hellas ha portato via appena 4 pareggi. L’anno scorso, ovviamente, doppia vittoria nerazzurra, anche se entrambe piuttosto faticose (2-1 al Bentegodi e 1-0 a San Siro). Il segno 2 è altamente consigliato, così come il No Goal: il tridente offensivo gialloblu non sembra in grado di spaventare la miglior difesa del campionato. Buone chance anche per il 2 con handicap, mentre come risultato esatto punteremmo sullo 0-2.

VERONA-INTER
TUTTE LE QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X