Internazionali d'Italia, Roma è

Internazionali d’Italia, Roma è “Caput Tennis” e torna il pubblico: storia, record e quote del torneo

Tornare a vivere gli Internazionali d’Italia di tennis nella loro collocazione naturale, cullati dalla tiepida primavera romana, è già una bella notizia. Una ulteriore buona nuova arriva in questi giorni, poiché sembra che a questa 78esima edizione del torneo il Foro Italico potrà nuovamente vedersi un po’ di pubblico. Ecco allora le ultime notizie insieme alla storia, ai record e alle quote su favoriti e possibili sorprese per il Masters 1000 di Roma.

Internazionali d’Italia di Tennis, Roma al centro della… terra

L’edizione numero 78 degli Internazionali BNL d’Italia si terrà dall’8 al 16 maggio prossimi. Ecco una panoramica sulla storia e sui record di un torneo entrato di diritto nel novero dei principali eventi sportivi dell’anno, in territorio italiano.

Internazionali BNL d’Italia uomini, arriverà la decima di Rafa?

Nell’ottobre scorso tutto lasciava presagire l’agognata “decima” di Rafael Nadal, il decimo trionfo in un torneo che – neanche a dirlo – vede il fuoriclasse maiorchino detentore dei record assoluti di questo torneo, sia in termini di titoli vinti, che di finali disputate che di match vinti. Le cose andarono però diversamente, con Nadal battuto da un grande Diego Schwartzman.

Tuttavia Rafa rimane il logico primo favorito pure per quest’anno, nelle quote sugli Internazionali d’Italia, anche in virtù della spettacolare finale vinta contro Stefanos Tsitsipas a Barcellona. Proprio il greco, cresciuto moltissimo a livello di fiducia nei propri mezzi e sicurezza nei momenti cruciali, si può considerare un controfavorito attendibile.

Un gradino più sotto a questi due sono da valutare Novak Djokovic e Dominic Thiem. Il numero 1 al mondo può ovviamente a sua volta in fondo, e a Roma ha vinto ben 5 volte. Tuttavia i suo stato di forma non è sembrato finora ottimale e può darsi che il serbo stia preparandosi fisicamente ai prossimi slam. E poi va considerata sempre la particolare condizione in cui stanno vivendo i giocatori: il circuito continua, anche se finora senza pubblico, e i giocatori vivono in una costante bolla. Una situazione non semplice da fronteggiare e sulla quale proprio Thiem ha recentemente espresso un certo disagio. Non sarà un caso che l’austriaco torni al tennis giocato soltanto in questa settimana a Madrid, dopo oltre un mese e mezzo di assenza.

Speranze azzurre

Mai come in questa stagione il tennis italiano sembra avere definitivamente rialzato la testa. Di Sinner parlano ormai un po’ tutti, ma non bisogna dimenticare che abbiamo sempre un top 10 come Matteo Berrettini che è tornato a vincere e pure su terra battuta, a Belgrado. Superata un’annata difficile sotto l’aspetto fisico, Berrettini potrebbe sorprendere positivamente a Roma. Altrettanto bene possono fare il solito Fognini, sempre imprevedibile e a volte irritante ma tuttora capace di grandi exploit, e Sonego, ormai pronto un ulteriore scatto di crescita.

Sembra invece ancora presto per Lorenzo Musetti, altro giovane su cui si parla tanto ma che va anche lasciato maturare in pace. Un po’ di strada potrebbero farla anche Travaglia, Cecchinato e soprattutto Caruso, professionisti che si sono costruiti un ottimo presente con le proprie mani.

Tutte le migliori quote sul tennis

Internazionali BNL d’Italia donne, Swiatek la nuova regina?

Dopo avere atteso a lungo il suo primo successo romano, Simona Halep ha finalmente vinto al Foro Italico nell’autunno scorso. La rumena potrebbe anche ripetersi e sarà certamente fra le prime 2-3 favorite del torneo. Tra queste, nelle quote delle scommesse sportive online non potrà mancare Iga Swiatek, che si candida al bis al Roland Garros ma prima potrebbe anche colpire il bersaglio pieno a Roma. La polacca è una legittima candidata a essere prossima rivale di Barty e Osaka per il numero 1 del ranking femminile, che vive un’epoca di grande incertezza dopo il lungo dominio delle Williams.

Una grossa incognita pende sulla testa di Bianca Andreescu, potenzialmente competitiva su tutte le superfici ai massimi livelli ma che ha giocato con il contagocce negli ultimi 2 anni per continui problemi fisici. Nella nostra guida con i consigli riguardo a come scommettere sul tennis la salute e la forma recente di tennisti e tenniste giocano un ruolo fondamentale. A tal proposito, Roma potrebbe essere poi il torneo della consacrazione per Aryna Sabalenka, forse giunta al momento del definitivo salto di qualità. Altre mine vaganti del torneo sono senz’altro Elina Svitolina, vincitrice qui per ben 2 anni consecutivi (2017 e 2018) e Vika Azarenka.

Le italiane non sembrano in grado di incidere in questo torneo. Troppo discontinua Giorgi, non ancora competitiva a questo livello Paolini, si spera in un nuovo exploit di Martina Trevisan. Tuttavia la toscana, dopo il grande Roland Garros 2020, sta faticando a ritrovarsi.

X