Come scommettere sul tennis

Come scommettere sul tennis: criteri, metodi e i consigli giusti per imparare

Tra gli sport individuali, il tennis si può probabilmente considerare come il più popolare al mondo. Lo è anche tra gli scommettitori, che apprezzano sempre molto gli eventi tennistici su cui potersi divertire a effettuare le più svariate puntate. Ma per sapere come scommettere sul tennis bisogna conoscerlo, imparare cosa si cela dietro a ogni quota e a ogni opzione di scommessa ed è quello che cercheremo di fare in questa guida.

In questa guida scopriremo:

  1. Scommesse sul tennis, consigli e indicazioni preziose
  2. Come studiare una partita di tennis
  3. Tipi di scommesse sul tennis
  4. Come scommettere sul tennis live
  5. Cosa succede se un giocatore si ritira
  6. Scommettere in singola o in multipla?

Le scommesse sul tennis: consigli e indicazioni preziose

Scommettere può essere un modo per seguire un avvenimento sportivo in maniera più eccitante, ma anche per mettere alla prova le proprie competenze in una determinata disciplina. Chi vi scrive è appassionato di tennis fin da quando c’erano ancora le sfide tra Borg e McEnroe. Lo sport si è evoluto moltissimo da allora, ma seguirlo con una certa costanza assegna un piccolo ma consistente vantaggio, se si decide di cimentarsi nelle scommesse sul tennis. Chi invece non ha questa dimestichezza, potrebbe innanzitutto farsi un’infarinatura leggendo la nostra guida sulle regole del tennis, quindi iniziare a capire come funzionano le scommesse in questo sport.

Come studiare una partita di tennis

Conoscere i giocatori è infatti fondamentale, guardare i match lo è ancora di più. Per tutto il resto ci sono le statistiche. Tuttavia, ci sono valutazioni che sfuggono alla statistica ma possono venire colti da un occhio esperto. Ci può essere un 7-5 molto più netto di un 6-2. Magari in quest’ultimo caso la partita è stata alla pari fino a un piccolo infortunio, oppure a una chiamata dubbia che ha innervosito il giocatore poi perdente. Un giocatore quindi tecnicamente competitivo ma fragile sotto l’aspetto fisico o mentale. Sono tutte informazioni che solo guardando i match si possono cogliere.

Per tutto il resto, come detto, ci sono le statistiche. Ma dobbiamo anche imparare a sapere cosa cercare e come leggerle.

Superficie del torneo

La prima cosa da guardare in assoluto è la superficie in cui si gioca il torneo e ovviamente anche il match su cui intendiamo scommettere. Il tennis di oggi viene giocato grosso modo su quattro tipologie di superficie

  • Terra battuta: rimbalzo molto alto e non sempre regolare, favorisce il gioco da fondo campo e difensivo
  • Cemento: rimbalzo alto e regolare, favorisce sia il gioco d’attacco che di difesa, ed esalta il servizio potente
  • Sintetico: rimbalzo basso (dipende dal materiale) e regolare, favorisce il gioco d’attacco e i giocatori con servizio potente
  • Erba: rimbalzo basso e irregolare, favorisce il gioco d’attacco, quello a rete e chi ha un servizio potente

Le abbiamo collocate in quest’ordine partendo dalla più lenta alla più veloce, ma all’interno delle stesse categorie ci sono diverse sfumature. Ad esempio i campi in terra battuta del Foro Italico di Roma sono tendenzialmente molto più veloci di quelli del Roland Garros di Parigi. Quindi, a Roma un giocatore d’attacco sarà meno sfavorito rispetto a Parigi.

Per quanto riguarda cemento e sintetico molto dipende dai materiali con cui vengono costruiti. In generale si tratta di superfici medie e veloci (con l’eccezione della moquette che è superficie regolare ma velocissima), ma massacranti per le articolazioni: se infatti su terra battuta e su erba il giocatore può scivolare favorendo gli spostamenti laterali, su cemento e sintetico il peso ricade tutto sui legamenti delle articolazioni, davvero molto stressate.

Infine, anche per l’erba ci sono valutazioni diverse. Ad esempio, in tornei come Wimbledon nei primi turni i campi sono molto più veloci perché l’erba è alta e regolare. In finale, invece, si trovano spesso campi “spelacchiati” e più assimilabili a quelli in terra battuta, come velocità e altezza del rimbalzo.

Caratteristiche e statistiche del giocatore

Fatta la doverosa premessa della superficie, bisogna quindi indagare le caratteristiche dei giocatori che vanno a scontrarsi. Sul sito dell’ ATP e su quello della WTA ci sono tutti i dati e le statistiche di giocatori e giocatrici del circuito. In particolare, una volta ricercato un determinato giocatore, dovreste guardare:

Activity: i risultati recenti, con tutti i match giocati a partire dal più recente (in alto)

Win/Loss: [IMPORTANTISSIMO] il bilancio di vittorie e sconfitte. Potrete quindi entrare nel dettaglio di quanti match il giocatore ha vinto o perso, sia nell’annata che in carriera. Come vedete dall’immagine qui sotto, è possibile vedere il bilancio e la percentuale di vittorie su ciascuna superficie, sia nell’anno che in carriera. In tal modo è più facile capire se un giocatore ha fatto progressi su una data superficie ed è quindi il caso di appoggiarlo, o se magari si trova nel mezzo di un’annata negativa e allora è meglio lasciar perdere.

Player Stats: la radiografia del giocatore. Da questi dati potrete trarre un sacco di informazioni utili. Ad esempio, su erba e superfici veloci è importantissimo vedere la percentuale di prima palla al servizio, ma anche il rendimento alla risposta. Oppure, un giocatore che mostra un distacco molto ampio tra punti vinti con la prima e punti vinti con la seconda palla di servizio sarà certamente un giocatore che ha una seconda non troppo incisiva e viene quindi attaccato spesso. Ciò potrebbe tornare utile – ad esempio – nella scommessa sul numero di game totali di un match.

Ranking history: qui potrete osservare l’andamento del giocatore in classifica, settimana per settimana

Scontri diretti

Last but not least, ecco un altro elemento fondamentale per basare le proprie scommesse. Oltre al gradimento o meno di una superficie, c’è da considerare l’avversario che il giocatore si trova di fronte. Sempre sui siti ATP e WTA è possibile mettere a confronto due giocatori o giocatrici qualsiasi, per vedere quanti match hanno giocato e chi l’ha spuntata più spesso. Magari scoprirete che il giocatore X è in vantaggio per 10-3 nei confronti con il giocatore Y, ma le tre partite vinte da quest’ultimo sono tutte su terra battuta che è anche la superficie del match su cui intendete scommettere. Oppure verrete a sapere che X è in vantaggio 12-5 su Y, ma Y ha vinto le ultime 4 in fila. Dagli scontri diretti si possono estrarre informazioni davvero preziosissime.

Tipi di scommesse sul tennis

Come immaginerà anche chi si sta avvicinando soltanto adesso a questo mondo, non si deve scegliere soltanto chi vince il match, poiché ci sono svariate tipologie di scommesse sul tennis. Di seguito le più popolari e diffuse

Vincitore partita (o testa a testa)

Come dice il titolo, si tratta di indovinare semplicemente chi sarà il vincitore del match.

Testa a testa con handicap

Simile al testa a testa, ma al giocatore favorito viene assegnato un handicap in set o in games. Ad esempio giocare su “Roger Federer (-1,5 set)” significa che lo svizzero dovrà vincere con almeno due set di scarto (2-0, 3-1 o 3-0). Nel caso dei games, puntare su “Novak Djokovic (-5,5 games)” significa sperare che il serbo vinca almeno 6 game in più dell’avversario.

Set betting

Scegliendo questo tipo di scommessa, bisognerà indovinare come si concluderà la partita. Le opzioni sono quattro per i match al meglio dei 3 set (2-0, 2-1, 1-2 e 0-2) e 6 per quelli al meglio dei 5 set (3-0, 3-1, 3-2, 2-3, 1-3, 0-3). Esiste anche una variante, che paga quote sensibilmente più basse, in cui si può puntare su “un giocatore qualsiasi vince 2-0” e così via.

Vincitore set

Come dice il titolo, con questa opzione si può scommettere su chi vince un determinato set. Si tratta di una opzione molto popolare nelle scommesse live, di cui parleremo tra poco.

Under/over

Gli Under/over nel tennis si esprimono sostanzialmente in due modi: nei game e nei set. Si può giocare “under 35,5 game”, e perché la scommessa risulti vincente bisogna che nel match vengano giocati al massimo 35 game. Nell’under/over set invece si gioca sempre sulla durata del match, ma prendendo in considerazione i set (under/over 2,5 set, eccetera).

Tie break sì/no

Questa è una tipologia di scommessa molto interessante se si affrontano due tennisti molto forti al servizio. Tra i pronostici sul tennis, viene spesso offerta anche la possibilità di puntare sul “tie break sì/no” anche per il solo 1° set.

Risultato esatto

Analogamente a quanto accade nel calcio, si può anche scommettere sul risultato esatto, anche se questa scommessa viene quasi sempre offerta soltanto su un set. Ad esempio possiamo scommettere che il 1° set di una partita si concluda 6-4, e così via. Anche questa è una opzione molto popolare nelle scommesse sul tennis live

Vincente 1° set/vincente match

Un po’ come il parziale/finale nel calcio, anche nel tennis viene offerto qualcosa di simile. Qui bisogna indovinare se il giocatore che vince il 1° set porterà o meno a casa anche l’incontro.

Come scommettere sul tennis live

Forse in nessuno sport scommettere live è più divertente che nel tennis. Guardare una partita, cogliere un calo di forma o un leggero infortunio, capire se il match “sta girando”, sono tutti elementi che rendono molto piacevole l’esperienza di scommettere sul tennis durante un match.

Ovviamente bisogna essere velocissimi, perché le quote cambiano di continuo e vengono sempre aggiornate con qualche secondo di anticipo rispetto a quanto noi stiamo guardando in tv, o in streaming. Ovviamente nelle scommesse live sul tennis sono disponibili quasi tutte le opzioni offerte anche nelle quote pre-match, con qualche aggiunta. Tra queste segnaliamo i vari “chi vincerà il game numero X”. Questo tipo di scommessa viene offerto su un game che si svolgerà un po’ più avanti. Per esempio, in un match che state guardando e si trova al primo set sul 2-1, potrete scommettere su “chi vincerà il 5° game”.

Molto popolari, nelle scommesse live sul tennis, sono il vincente del set in corso, ma anche il risultato esatto del singolo set.

Cosa succede se un giocatore si ritira

Come da norme dettate dall’agenzia delle dogane e monopoli, ci sono diversi protocolli da seguire in caso di ritiro, in base a quando esso avviene. Per quanto riguarda le scommesse sul vincitore partita, se un giocatore si ritira prima che il match abbia inizio, tutte le scommesse su di lui vanno a rimborso. Nel caso invece in cui si sia giocato anche un singolo punto, le scommesse su quel tennista vengono considerate perdenti.

In caso di scommesse sul set betting, sia nel caso un tennista si ritiri prima di scendere in campo, sia che lo faccia durante il match, le scommesse si considerano da rimborsare.

In caso di giocate live, varrà sempre una regola di fondo. Se un tennista si ritira prima di aver giocato il set, il game o il punto sul quale abbiamo effettuato una scommessa, allora essa andrà a rimborso. Viceversa, se il tennista si ritira durante il set, il game o il punto su cui abbiamo effettuato una scommessa, essa sarà considerata perdente.

Scommettere in singola o in multipla?

Nelle scommesse sul tennis è sempre meglio orientarsi sulle singole, poiché è l’unico modo per estrarre valore da una quota vantaggiosa. Le multiple sono sicuramente più divertenti e permettono dei moltiplicatori di vincita molto più alti, ma non dimenticate che con le multiple state sempre correndo un rischio più alto di quello che vi viene pagato al totalizzatore.

Quindi il consiglio è: scegliete accuratamente i match con la ricerca che vi ho suggerito, quindi concentratevi sulle singole. Se proprio volete divertirvi con una multipla, investiteci sempre non più di un quinto rispetto a quanto giochereste in singola.

Altri articoli della nostra Guida Scommesse:

X