US Open: sarà sempre Djokovic vs. Murray

US Open: sarà sempre Djokovic vs. Murray

A fine agosto sui campi di Flushing Meadows Nole proverà a vincere il terzo Slam su quattro: lo scozzese l’avversario più pericoloso, Federer e Wawrinka gli outsider

Archiviato il “buco nero” di Wimbledon, per Novak Djokovic a fine agosto è già tempo di entrare nel clima di Flushing Meadows e dell’US Open, l’ultimo Slam dell’anno 2016. Il serbo numero uno del ranking Atp proverà a centrare la tripletta, dopo aver conquistato gli Australian Open e – per la prima volta in carriera – il Roland Garros.

Nole dovrà riprendersi dalla batosta di Londra, dove ha perso al secondo turno contro Querrey, e soprattutto dall’idea e dal contraccolpo psicologico che porterà l’idea di non riuscire a completare neanche quest’anno il Grande Slam.

Djokovic è comunque il grande favorito e il detentore del torneo, anche se sul cemento americano ha vinto solamente un’altra volta oltre allo scorso anno, nel 2011. Il successo del numero uno al mondo è dato addirittura a 1.95, con il principale avversario riscontrato in Andy Murray. Lo scozzese, bancato a 4.20, proverà a tenere alta la concentrazione dopo aver vinto per la seconda volta Wimbledon in finale per 3-0 contro Raonic (il croato è bancato 17/1).

Milos Raonic è diventato grande?
Milos Raonic è diventato grande?

Gli svizzeri Federer (9.25) e Wawrinka (15.50) sono gli outsider: Re Roger su questi campi ha vinto consecutivamente dal 2004 al 2008 (ma non vince uno Slam dal 2012), mentre lo svizzero numero 2 sta dimostrando che – nella settimana giusta – può dare fastidio a chiunque. Molto indietro i due finalisti del 2014: il vincitore dell’US Open di due anni fa Marin Cilic è quotato 41/1, ancora di più dello sconfitto Nishikori a 19.50.

E Nadal? Lo spagnolo campione nel 2013 è nell’annus horribilis della sua carriera, anche se ha dimostrato già una volta di poter rinascere dalle sue ceneri. Ma gli Slam di Parigi e Londra hanno sancito forse definitivamente l’addio dello spagnolo ai “piani alti” del tennis mondiale. La quota di Nadal vincente è di 23/1, ma riuscirà il suo tennis dispendioso a mantenerlo a galla per competere con i primissimi? Agli USA l’ardua risposta.

X