Quote Elezioni USA, a 6 mesi dal voto è ancora grande incertezza: riuscirà Trump a riconfermarsi?

Quote Elezioni USA, a 6 mesi dal voto è ancora grande incertezza: riuscirà Trump a riconfermarsi?

181 giorni, una inezia più di 6 mesi. Tanto manca alla fatidica data delle Elezioni Usa 2020. Tanto manca agli americani e a tutto il mondo per sapere se avremo un 46° presidente degli Stati Uniti oppure se Donald Trump riuscirà nella riconferma. Una riconferma che qualche mese fa sembrava molto probabile, ma che oggi si è fatta più difficile.

Sarà Trump vs Biden?

Nella storia recente la riconferma è stata quasi la norma, alla Casa Bianca. Dal 1980 ad oggi solo George Bush padre non è riuscito a guadagnarsi la riconferma dagli elettori americani. Tutti gli altri (Donald Reagan, Bill Clinton, George W. Bush, e Barack Obama) sono riusciti a ottenere un secondo mandato. La medesima strada sembrava essere stata intrapresa da Donald Trump, trionfatore nel 2016 nonostante non partisse inizialmente coi favori del pronostico. L’ex magnate dei casinò di Atlantic City ha poi interpretato il suo ruolo in maniera coerente con la campagna elettorale ed estremamente aggressiva. Trump rimane un presidente controverso ma la cui popolarità era in ascesa, prima che il mondo dovesse affrontare l’attuale emergenza sanitaria.

Proprio la gestione della pandemia è l’incognita più grande intorno a Donald Trump (foto in alto) e alla sua riconferma. Il tycoon si è decisamente sovraesposto in questo periodo, rispetto ai suoi standard mediatici che sono già molto elevati. Ciò ha inciso sulla popolarità del presidente, dato in calo nei sondaggi. Ciononostante, Trump è di fatto certo di avere la nomination repubblicana per le elezioni presidenziali USA di novembre, ma anche leggermente favorito per la riconferma alla Casa Bianca.

Dall’altra parte si staglia la sagoma di Joe Biden, già vice di Obama e risalito di prepotenza dopo un inizio di campagna molto incerto, nelle primarie per la nomination democratica. Da inizio aprile, con il formale ritiro di Bernie Sanders, Biden è il candidato in pectore alla nomination anche se l’ufficialità si potrà avere solo a metà luglio.

Joe Biden (Getty Images)

Le quote delle Elezioni USA 2020

A 6 mesi dall’election day c’è un notevole equilibrio, come testimoniano le quote sulle Elezioni USA di bwin. Al momento si può scommettere sul nome del prossimo presidente, sul partito a cui apparterrà e sul candidato repubblicano. Tuttavia in quest’ultimo caso Trump è ormai quasi ingiocabile, essendo offerto a 1.03 come candidato ufficiale del Partito Repubblicano.

Per quanto riguarda l’elezione vera e propria Donald Trump è leggermente avanti a 1.90, su Joe Biden che si gioca a 2.25. Le quote degli altri sono altissime, a parte due outsider decisamente improbabili al momento, come Hillary Clinton ed Andrew Cuomo. Entrambi democratici ma con quasi zero chance di sovvertire gli attuali equilibri. La Clinton è data a 26.00, Cuomo a 51.00.

Infine è interessante la quota relativa al partito di appartenenza del prossimo POTUS. Un presidente repubblicano è dato a 1.85, uno democratico a 1.90, un indipendente addirittura a 101.00.

Quote elezioni USA 2020

X