Campionato del Nicaragua: numeri, curiosità e come funziona la Primera División

Campionato del Nicaragua: numeri, curiosità e come funziona la Primera División

Campionato del Nicaragua, questo sconosciuto: nelle ultime settimane, complice anche la particolare situazione dello sport a livello mondiale, l’attenzione di tutti gli appassionati è stata catturata dalla Primera División calcistica del più grande Paese del Centro America. Pur vantando una storia più che secolare, il movimento calcistico nazionale è praticamente ignoto al grande pubblico. Scopriamone insieme storia e curiosità.

Verso la fine del XIX secolo i giovani benestanti della classe borghese del Costa Rica tornano dagli studi in Inghilterra con la passione per il football, che prende immediatamente piede al punto da essere presto giocato in ogni angolo del Paese. A uno dei tanti match improvvisati assiste Napoleón Parrales Bendaña, professore nicaraguense che tornato a Diriamba istruisce i concittadini e connazionali sui rudimenti del gioco. Siamo nel 1907, quello che viene considerato “l’ano zero” del calcio in Nicaragua: animato da una fervente passione, il primo pioniere – grazie anche all’aiuto di altri giovani studenti che tornano dall’Europa con palloni e regolamenti – organizza per l’anno successivo la prima gara, mentre nel 1911 nascono i primi club.

Primera División, il campionato del Nicaragua: le squadre più importanti

Il più antico club del Nicaragua ancora esistente è il Diriangén di Diriamba, che nasce nel 1917 e che fin dagli albori domina il campionato: 27 tornei vinti rendono i Caciques la squadra più titolata del Paese, seguiti a quota 17 dal Real Estelí, vincitore degli ultimi due tornei: rinominato El Tren del Norte, “il treno del nord” del Paese in cui si trova la città rinominata “il diamante di Segovia”, può contare su una folta colonia messicana in cui spicca il trequartista Fabrizio Tavano, di chiare origini italiane.

Dalla capitale Managua, dove vive un quarto della popolazione dell’intero Nicaragua, arrivano numerose realtà di spessore: il Managua FC del bomber spagnolo Pablo Gállego, la Juventus Managua recentemente tornata ad alti livelli dopo un periodo di appannamento, Los Universitarios dell’UNAN Managua, espressione dell’Università cittadina e che gioca le sue gare nel più grande impianto del Paese, lo stadio nazionale capace di contenere ben 20mila spettatori.

Capitolo a parte merita il Deportivo Walter Ferretti, che con l’UNAN condivide il ruolo di terzo club più titolato del Paese con 4 titoli vinti (il Deportivo Santa Cecilia, 5 trionfi, è oggi scomparso) e lo stadio. Menzione doverosa per il Real Madriz di Somoto, che è stato allenato nel 2015 persino dal leggendario tecnico colombiano Francisco Maturana, e per i vicini del Deportivo Ocotal con cui da anni va in scena il Clásico de las Segovias, un derby molto sentito.

>>>Forse ti interessa anche: La storia del Deportivo Walter Ferretti, la squadra “rivoluzionaria” del Nicaragua<<<

Campionato del Nicaragua: formula, promozioni e retrocessioni

Nel corso della sua lunga storia, cominciata nel 1933 e che dal 1993 prevede il professionismo, il campionato del Nicaragua ha cambiato più volte formula. Quella attuale prevede la partecipazione di 10 squadre e due tornei distinti: da agosto a novembre va in scena il Torneo di Apertura, da gennaio a maggio quello di Clausura. I titoli assegnati sono dunque due per stagione, ma non spettano necessariamente alla prima classificata: concluso il torneo, infatti, vanno in scena dei playoff che determinano il vincitore finale, a cui accedono addirittura le squadre arrivate nelle prime 6 posizioni.

Prima e seconda attendono in semifinale, quindi si scontrano con i club emersi dai quarti. Le sfide sono tutte su 180 minuti, andata e ritorno, compresa la finale. I punti ottenuti in Apertura e Clausura vengono sommati e servono per determinare le squadre partecipanti alle competizioni internazionali: la prima accede alla fase a gironi della CONCACAF League, la Champions del Centro America, la seconda invece al turno preliminare.

Per quanto riguarda le retrocessioni, l’ultima nella classifica complessiva finisce in Segunda División, dove 20 squadre esprimono il campione attraverso una “super finale” tra i vincitori di Apertura e Clausura. La squadra che vince questa sfida accede alla Primera División, la finalista sconfitta si gioca la promozione con la penultima classificata in massima serie.

Ultimi avvenimenti

La stagione 2018/2019 ha visto il trionfo di Managua e Real Estelí, capaci di vincere rispettivamente i tornei di Apertura e Clausura dopo essersi classificati al primo posto. Le due squadre si sono trovate di fronte l’una contro l’altra in entrambe le finali dei playoff validi per il titolo, due doppie sfide al cardiopalma in bilico fino all’ultimo minuto: la prima è stata vinta dal Managua ai supplementari, la seconda dal Real Estelí dopo uno spettacolare 3-3 in trasferta seguito da un tiratissimo 0-0 casalingo.

La classifica aggregata ha determinato l’ultimo posto dell’UNAN Managua, retrocesso e sostituito dai campioni della Segunda División, i Las Sabanas. Ha mantenuto la categoria il Chinandega, penultimo ma capace di vincere il doppio spareggio contro il FC Gutierrez, un 4-3 complessivo che ha confermato l’alto numero di gol che vengono messi a segno nel campionato del Nicaragua.

Vittoria nel Torneo di Apertura della stagione 2019/2020 per il Real Estelí, che si è confermato campione pur piazzandosi terzo. Ai playoff infatti “El Tren del Norte” ha superato prima il Diriangén e poi il Managua nella doppia finale, rimontando con un secco 2-0 casalingo la sconfitta per 1-0 patita nella gara di andata.

  1. Walter Ferretti 33
  2. Diriangén 32
  3. Real Estelí 28
  4. Managua 27
  5. Juventus Managua 24
  6. Las Sabanas 23
  7. Chinandega 22
  8. Deportivo Ocotal 21
  9. Real Madriz 19
  10. ART Jalapa 12
Il Real Esteli, vincitore della Clausura 2018/2019 e dell’Apertura 2019/2020. (Getty Images)

Quote e scommesse sul campionato del Nicaragua

Capace nelle ultime settimane di solleticare l’attenzione di chi segue le scommesse sul calcio, anche perché si presenta come un mondo ancora inesplorato e tutto da scoprire, il campionato del Nicaragua è imprevedibile, ricco di gol e capace di regalare costantemente sorprese ed emozioni. Anche se non parliamo certo di un torneo top – la Nazionale occupa al momento il 151esimo posto nel ranking FIFA – lo stile e la passione per il gioco sono tipicamente latine e portano a sfide aperte e spesso spettacolari.

Nelle quote sulla Liga Primera del Nicaragua gli scommettitori dovranno prestare particolare attenzione al numero di reti messe a segno, dato che nelle 65 gare giocate nell’ultimo Torneo di Apertura sono state messi a segno ben 181 gol, quasi 3 (2.77) a partita. Lo stile particolarmente intraprendente utilizzato a queste latitudini porta a numerose marcature, motivo per cui è sempre meglio dare un’occhiata anche alle quote su Goal e No Goal. Con il Torneo di Clausura 2019/2020 appena entrato nel vivo, può essere davvero il caso di prestare attenzione a cosa succede al di là dell’Oceano.

X