Inter-Shakhtar Donetsk Champions League 2021-2022

Inter-Shakhtar Donetsk: nerazzurri a caccia della qualificazione agli ottavi di finale

Inter e Shakhtar Donetsk si sfideranno a San Siro per la quinta giornata della fase a gironi di UEFA Champions League. La squadra di Inzaghi, dopo una partenza pessima, sembra a un passo dal passaggio del turno. Con un po’ di aiuto dalla banda di Ancelotti, in caso di successo i nerazzurri potrebbero già andare agli ottavi. Dall’altra parte la formazione di De Zerbi sembra ormai tagliata fuori dal discorso qualificazione. Anche arrivare in Europa League è dura essendo a cinque punti dalla terza in classifica, ovvero lo Sheriff. Servirebbe un miracolo, ma San Siro potrebbe essere la scenografia perfetta per risorgere. Il pronostico di Inter-Shakhtar Donetsk.

Quote del: 23/11/2021

Fischio d’inizio: mercoledì 24 novembre, ore 18.45

Sede: Stadio San Siro, Milano (Italia)

INTER-SHAKHTAR
LE QUOTE LIVE

Inter-Shakhtar Donetsk, la presentazione

Partiamo dai padroni di casa dell’Inter, imbattuti da sette gare ufficiali consecutive. L’ultima sconfitta è stata il 3-1 subito all’Olimpico contro la Lazio di metà ottobre. Da allora cinque vittorie e due pareggi, compresi i due successi in Champions contro lo Sheriff (3-1 sia all’andata che al ritorno), che hanno compensato una partenza terribile nella massima competizione europea. In Champions League i nerazzurri sono secondi a sette punti, – 2 dal Real Madrid capolista caduto solo al Bernabeu contro la matricola Sheriff. Sei gol realizzati e tre subiti, tutte le reti sono arrivate nel doppio confronto con i moldavi.

Parlando della sfida attuale, l’Inter è imbattuta nei sei incontri con lo Shakhtar Donetsk in competizioni europee (2 vittorie e quattro pareggi), tenendo cinque volte la porta inviolata e subendo solo un gol in totale. Gli ultimi tre incontri tra Inter e Shakhtar Donetsk in Champions League si sono conclusi a reti inviolate, tutti e tre dall’inizio della scorsa stagione. In queste tre partite sono stati registrati 66 tiri (43 dell’Inter e 23 dello Shakhtar) senza che sia stato segnato un solo gol. Tuttavia nella memoria dei tifosi rimane la tutto sommato recente semifinale di Europa League a San Siro nel 2020.

In piena pandemia, la squadra dell’allora tecnico Conte umiliò gli ucraini con un 5-0 nettissimo firmato Lautaro, D’Ambrosio e Lukaku. Per finire con un dato statistico, dopo le due vittorie contro lo Sheriff Tiraspol nelle ultime due partite di Champions League, l’Inter potrebbe vincere tre gare in una singola stagione nella competizione per la prima volta dal 2011-12 (quattro in quel caso).

Ora veniamo agli ospiti, il pericoloso Shakhtar Donetsk di mister Roberto De Zerbi, fino allo scorso anno allenatore del Sassuolo. Il cammino in Champions League degli ucraini non sta di certo andando come sperato. Appena un punto in quattro giornate, conquistato proprio all’andata con l’Inter, e tre sconfitte il ruolino di marcia degli arancio-neri. 2-0 all’esordio contro lo Sheriff, poi lo 0-0 con i nerazzurri e la doppia sconfitta col Real Madrid capolista (5-0 in Ucraina e 2-1 al Santiago Bernabeu).

Quella contro il Real firmata da Pedro è anche l’unica rete dello Shakhtar in questa Champions a fronte di ben nove subite. Contro le squadre italiane però lo score non è così devastante. Lo Shakhtar Donetsk ha infatti perso solo due delle ultime sei trasferte contro squadre italiane in Champions League (due vittorie e due pareggi), rimanendo imbattuto nelle ultime due. 2-1 contro l’Atalanta a ottobre 2019 e 0-0 contro l’Inter a dicembre 2020 nello specifico. La storia è molto diversa invece in Primiera Liga, il massimo campionato ucraino, dove lo Shakhtar non perde da agosto. In 15 giornate sono 38 i punti conquistati (primato in classifica assieme alla Dinamo Kiev), con 40 gol fatti e appena otto subiti. La qualificazione alla fase finale di Champions sembra ormai compromessa da una brutta partenza, ma restano ancora aperte le speranze di accedere all’Europa League. Servirà vincerle entrambe e contare sui passi falsi dello Sheriff, cosa che probabilmente arriverà già contro il Real.

Le probabili formazioni

Inter che si presenterà in campo con quasi tutti i titolarissimi. Mancheranno probabilmente sia de Vrij che Alexis Sanchez, reduci da acciacchi rimediati in nazionale. Barella sembra un po’ al limite della tenuta fisica e il suo rendimento sta calando molto ma giocherà al 100%. Dzeko e Lautaro Martinez in attacco. Darmian e Perisic gli esterni, Calhanoglu dovrebbe essere il candidato per il posto da mezz’ala sinistra.

Roberto De Zerbi è intenzionato a riproporre il suo 4-2-3-1 con Fernando prima punta, Tete, Ala Patrick e Mudryk a fare da trequartisti. Stepanenko e Maycon i mediani, proprio quest’ultimo ha iniziato otto sequenze di gioco che si sono concluse con un tiro in questa Champions League, evidenziando la sua capacità di recuperare il possesso a vantaggio dell’attacco della sua squadra.

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Lautaro Martinez, Dzeko.

Shakhtar (4-2-3-1): Trubin; Dodo, Marlon, Matviyanko, Ismaily; Stepanenko, Maycon; Tete, Alan Patrick, Mudryk; Fernando.

Inter-Shakhtar Donetsk, quote e pronostico

L’Inter ha si segnato sei gol in due partite, ma in generale non ha un grande feeling con la rete in Champions League. Ancora meno lo ha lo Shakhtar, che ha segnato appena un gol. In questa partita l’Inter è nettamente favorita per la vittoria anche dalle quote scommesse sulla Champions League, ma non ci aspettiamo un grande spettacolo. Pensiamo che nonostante la qualità di cui dispongono, gli ucraini non troveranno la via del gol quindi il segno No Gol è altamente probabile. Noi vi consigliamo di puntare su una vittoria nerazzurra con Under 2,5. 

INTER-SHAKHTAR
TUTTE LE QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X