Coppa Davis 2021, Spagna

Coppa Davis 2021: parte l’assalto al trono della Spagna, l’Italia punta in alto con Sinner

Le lunghissima stagione tennistica 2021 si conclude con la fase finale della Coppa Davis. Slittata di un anno causa pandemia di Coronavirus, una delle competizioni a squadre più storiche e amate dello sport mondiale vivrà la seconda edizione successiva alla riforma. Non mancheranno i big in gara, ma il torneo si preannuncia molto equilibrato. Seguite il nostro blog per le novità sulle scommesse sportive online.

 

COPPA DAVIS 2021
LE QUOTE LIVE

Coppa Davis 2021, fase finale: la presentazione

Archiviate le Atp Finals con il successo di Alexander Zverev, tocca alla fase finale della Coppa Davis segnare la fine di un anno solare che ha segnato il ritorno alla normalità per il tennis dopo un 2020 condizionato dalla pandemia di Coronavirus. L’evento conclusivo è proprio un “retaggio” della stagione precedente: la fase finale della seconda edizione della Coppa Davis post riforma si sarebbe infatti dovuta svolgere esattamente un anno fa, ma la grave situazione dei contagi costrinse al posticipo di 12 mesi. Prepariamoci quindi a un’altra abbuffata di tennis dal 25 novembre al 5 dicembre, con ben 57 partite tra round robin, quarti di finale, semifinale e finale. Le partite sono in programma al PalaAlpitour di Torino, già teatro delle stesse Atp Finals, all’Olympiahalle di Innsbruck e alla Madrid Arena.

Coppa Davis 2021: la nuova formula e l’introduzione dei round robin

Era l’agosto del 2018 quando il Board dell’International Tennis Federation approvò la cosiddetta “riforma Piquè”, che deve il proprio nome al difensore del Barcellona, nei panni di presidente e fondatore del gruppo di investimenti Kosmos. Il progetto era quello di svecchiare un torneo sì storico, ma dalla formula datata e troppo spesso snobbato dai tennisti più forti del mondo.

Nei fatti la modifica principale riguarda il gruppo mondiale. Le partecipanti sono sempre 18, ma si è deciso di rompere la tradizione dei turni con la formula dell’eliminazione diretta spalmata su più mesi per concentrare le partite nell’arco di 10 giorni, con le diciotto squadre divise in sei gruppi da tre formazioni ciascuno. In ogni girone si giocano due partite di singolare, tra i due numeri uno e i due numeri due, e una di doppio, al meglio dei tre set e non più dei cinque, e i punti assegnati variano in base all’esito di ciascun match: un 3-0 assegna tre punti alla squadra vincitrice e nessuno a quella sconfitta, un 2-1 due punti a chi prevale e uno a chi soccombe.

Le prime di ciascun girone e le due migliori seconde accedono ai quarti, semifinali e finale, che si disputano secondo la classica formula dell’eliminazione diretta in appena tre giorni.

Le nazioni partecipanti e il programma delle gare

Sulle 18 formazioni ammesse alla fase finale, 12 hanno vinto gli spareggi di qualificazione, disputatisi nel marzo 2020. Si tratta di Australia, Austria, Colombia, Croazia, Repubblica Ceca, Ecuador, Germania, Ungheria, Italia, Kazakistan, Svezia e Stati Uniti. A queste si sono aggiunte le quattro semifinaliste dell’edizione 2019, ammesse di diritto, ovvero la Spagna campione in carica, Canada, Gran Bretagna e Russia. Infine, due wild card assegnate alle squadre con la migliore classifica a squadre di Coppa Davis e il miglior ranking Atp dei singoli giocatori, ovvero la Francia e la Serbia di Novak Djokovic. Il sorteggio ha poi dato vita ai sei gironi, così composti.

  • Gruppo A: Spagna, Russia, Ecuador.
  • Gruppo B: Canada, Kazakistan, Svezia.
  • Gruppo C: Francia, Regno Unito, Repubblica Ceca.
  • Gruppo D: Croazia, Australia, Ungheria.
  • Gruppo E: Stati Uniti, Italia, Colombia.
  • Gruppo F: Serbia, Germania, Austria.

Le tre partite di ciascun girone si giocheranno dal 25 al 28 novembre, poi dal giorno successivo via alla fase ad eliminazione diretta con tabellone già predisposto: quarti di finale il 29 novembre con a Madrid le sfide tra le prime dei gruppi A e B e le migliori terze, mentre a Torino e Innsbruck si affronteranno le altre prime classificate. Semifinali e finale a Madrid tra il 3 e il 5 dicembre.

Quote vincente Coppa Davis 2021

Coppa Davis 2021: quote e pronostico

Spagna, Canada, Francia e Croazia non dovrebbero faticare più di tanto per vincere i rispettivi raggruppamenti. Gli iberici, privi di Rafa Nadal, presenteranno Pablo Carreño Busta e Roberto Bautista Agut, ma anche Carlos Alcaraz, fresco vincitore della Next Gen Finals. Molto forte si annuncia anche il Canada, che schiererà Felix Auger-Aliassime e Denis Shapovalov, oltre al “vecchio” Vasek Pospisil, mentre la Francia, che non avrà Gael Monfils, si affiderà a Richard Gasquet e Nicolas Mahut. La Serbia conterà su Novak Djokovic, che ha già assicurato circa la propria presenza, ma che non potrà cercare la rivincita con Sascha Zverev, che non farà parte del team della Germania. I tedeschi schiereranno Jan-Lennard Struff e Dominik Koepfer.

Italia e Stati Uniti comporranno il girone più equilibrato. Gli azzurri si presenteranno senza Matteo Berrettini, ma con uno Jannik Sinner caricato da una stagione formidabile, coronata dall’ingresso in corsa nelle Atp Finals con due partite di spessore giocate contro Hurcakz e Medvedev. La formazione degli Usa vedrà John Isner, Railly Opelka e Frances Tiafoe, recente giustiziere di Sinner a Vienna e sostituto in extremis dell’infortunato Taylor Fritz. Chi la spunterà tra azzurri e statunitensi avrà parecchie chances di fare strada nell’eliminazione diretta in un’edizione che si annuncia molto incerta, ma nella quale il favore del pronostico, secondo le migliori quote sul tennis internazionale, non può che essere accordato alla Russia, seguita dalla detentrice Spagna. E se vi state domandando se scommettere sul tennis conviene, vi consigliamo la nostra guida ad hoc.

COPPA DAVIS 2021
TUTTE LE QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X