Roma-Feyenoord, finale Conference League 2021-22

Roma-Feyenoord: giallorossi alla caccia di un trofeo che manca da 14 anni, olandesi imbattuti in Conference

Roma-Feyenoord è l’ultimo appuntamento dell’anno per la Conference League. La prima finale del nuovo torneo europeo si giocherà a Tirana fra la squadra di Mourinho e la rivelazione del torneo, ricca di giovani interessanti su cui hanno messo gli occhi tante big, come accade sempre per le squadre olandesi. Dunque vietato sottovalutare il match per i giallorossi, che proveranno a riportare a casa una coppa dopo tantissimi anni con la bacheca vuota.   

Quote del: 20/05/2022

Fischio d’inizio: mercoledì 25 maggio, ore 21.00

Sede: Arena Kombëtare, Tirana  

ROMA-FEYENOORD
QUOTE LIVE

Roma-Feyenoord, la presentazione

Sono passati 14 anni da quel 24 maggio 2008 in cui Francesco Totti alzava al cielo dell’Olimpico la Coppa Italia, dopo aver battuto 2-1 l’Inter in finale. Quello resta l’ultimo trofeo giallorosso, ma mercoledì l’occasione di togliere la polvere dallo scaffale dei trofei è ghiottissima. La squadra di Mourinho è arrivata in finale di Conference League con merito, superando anche momenti di difficoltà, uno su tutti la clamorosa sconfitta ai gironi contro il Bodo/Glimt.

Per i capitolini si tratta della terza finale in una competizione UEFA, la prima nel 21° secolo. Un successo europeo però non è ancora arrivato: i giallorossi hanno perso la Coppa dei Campioni nel 1983/84 contro il Liverpool ai calci di rigore e la Coppa UEFA nel 1990/91 contro l’Inter (1-2 complessivo tra andata e ritorno). Questa volta sulla panchina della Roma c’è però Mourinho, un tecnico che nelle finali non ha mai steccato: tre successi su tre, uno in Europa League con lo United e due in Champions con Porto e Inter, in quella che resta l’ultima vittoria di un’italiana in un grande torneo europeo.

Di fronte c’è il Feyenoord di Senesi e Sinisterra, due prospetti interessanti messisi in mostra in questa Conference League: gli olandesi proveranno a portare a casa un trofeo internazionale che manca dalla stagione 2001/02. Un Feyenoord che potrebbe peraltro vincere il quarto titolo europeo, dopo la Coppa dei Campioni nel 1969/70 e la Coppa UEFA nel 1973/74 e nel 2001/02. La squadra olandese ha segnato almeno due gol in ciascuna delle quattro gare in queste tre finali (la Coppa UEFA 1973/1974 si è giocata con andata e ritorno).

Il Feyenoord è imbattuto in 12 partite di UEFA Conference League in questa stagione (8V, 4N); non ha segnato nell’ultima partita (0-0 contro il Marsiglia), ma aveva segnato almeno due gol in ciascuna delle precedenti 10 gare nella competizione. Mentre la Roma ha perso solo due delle 12 partite di UEFA Conference League in questa stagione (7V, 3N), entrambe le sconfitte contro il Bodø/Glimt; ha segnato in ciascuna delle 12 partite della competizione, mantenendo la porta inviolata per cinque volte, comprese due nelle ultime tre partite.

Curiosità. Il Feyenoord ha segnato 26 dei 28 gol in UEFA Conference League su azione: il massimo tra tutte le squadre e la percentuale più alta tra le squadre con più di 12 gol nella competizione (93%); dei 15 gol subiti dalla Roma, invece, 14 sono arrivati su azione (93%).

Roma-Feyenoord, i precedenti

Feyenoord e Roma si sono affrontate negli ottavi di finale di Europa League 2014/15. I giallorossi superarono il turno dopo aver pareggiato in casa e vinto in trasferta in due match turbolenti anche fuori dal campo. I tifosi olandesi nel match d’andata vandalizzarono infatti il centro di Roma e la zona di Piazza di Spagna, danneggiando la Barcaccia del Bernini, fontana simbolo della Capitale.

Le probabili formazioni

In casa Roma dovrebbero essere ristabiliti per la finale sia Smalling che Zaniolo e si proverà a recuperare anche Mkhitaryan. Per il resto, Mou opterà per la formazione tipo.

Feyenoord alle prese con diversi infortuni, ma ci sarà Luis Sinisterra, attaccante colombiano classe 1999, autore di 23 gol e 14 assist in stagione. Dal primo minuto anche Marcos Senesi, il difenore classe 1996 conteso dalle selezioni di Italia e Argentina.

Roma (3-4-2-1): Rui Patricio, Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Oliveira, Cristante, Zalewski; Zaniolo, Pellegrini; Abraham. All. Mourinho

Feyenoord (4-2-3-1): Marciano, Geertruida, Trauner, Senesi, Malacia; Kokcu, Aursnes; Nelson, Til, Sinisterra; Dessers. All. Slot

Roma-Feyenoord, quote e pronostico

Il Feyenoord è imbattuto nelle 12 partite stagionali di Conference League, grazie ad otto vittorie e quattro pareggi. Esclusa l’ultima partita terminata 0-0 contro il Marsiglia, la squadra di Rotterdam aveva segnato almeno due gol in ciascuna delle precedenti 10 gare nella competizione. A brillare tra gli olandesi Luis Sinisterra e Cyriel Dessers, autori di più del 50% dei gol del Feyenoord in Conference: 16 su 28, inclusi gli ultimi sei.

Le due squadre che si fronteggeranno a Tirana segnano in modi diversi. La Roma ha firmato sei gol su corner, almeno il doppio di qualsiasi altra squadra in Conference, mentre i biancorossi hanno realizzato su azione 26 dei loro 28 centri totali. Mourinho si affiderà a capitan Pellegrini, autore di due gol e di due assist nelle ultime quattro partite del torneo, sempre nel primo tempo.

Le ultime quote sulla Conference League vedono favorita, per il trionfo finale, la squadra di Mourinho: la vittoria italiana della Coppa è quotata a 1.57. Nei 90 minuti regolamentari, tuttavia, il match sembra tutto da decifrare. Noi vi consigliamo l’Over 2,5 per una sfida tra squadre con qualità in attacco, ma che possono concedere qualcosa a livello difensivo.

ROMA-FEYENOORD
TUTTE LE QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X