GP San Marino: KTM scatenate, Dovizioso crede nel podio ma la sorpresa può essere Miller

GP San Marino: KTM scatenate, Dovizioso crede nel podio ma la sorpresa può essere Miller

Semaforo verde: domenica 13 settembre 2020, ore 14:00

Circuito: Misano World Circuit Marco Simoncelli, Misano Adriatico

TV: Sky Sport MotoGP HD (canale 208) & DAZN (diretta) – TV8 (differita)

Dopo una pausa di 20 giorni la MotoGP riparte da Misano e dal circuito intitolato a Marco Simoncelli per la 6ª tappa del 2020, intitolata come “GP di San Marino e della Riviera di Rimini”. Andrea Dovizioso, che in Austria ha mancato il sorpasso in testa alla classifica piloti ai danni di Quartararo, ci riprova. Il francese a sua volta si continua a palesare in crisi e questo strano “anno zero” senza Marquez si conferma pieno di incertezze. 

GP San Marino, Espargaró può approfittare del momento d’oro KTM

I temi del motomondiale si arricchiscono sempre di più, ma rimane comunque affascinante l’idea di un Andrea Dovizioso capace di lottare per il mondiale nell’anno in cui ha annunciato il divorzio dalla Ducati. La moto di Borgo Panigale non è favorita a Misano, ma il Dovi ci ha già vinto 2 anni fa e può ancora nutrire speranze, in un campionato da anni mai così incerto. Anche a Misano possono ambire al successo almeno 7-8 piloti, roba che in questo momento la F1 può solo sognare.

C’è la grande crescita di KTM che ha vinto due delle ultime 3 gare ma mai col suo pilota di punta, Pol Espargaró. Il 29enne spagnolo fatica forse un po’ mentalmente a lottare tra i favoriti, ma prima o poi piazzerà il colpo anche lui.

C’è la crisi di Quartararo ma soprattutto della Yamaha e ciò è emerso di nuovo – drammaticamente – in gara 2 a Zeltweg: enormi problemi in qualifica e gara incolore, con otto piloti capaci di arrivare davanti alla prima Yamaha, che è stata quella di Valentino Rossi…

La classifica piloti dopo le prime cinque gare

  1. Quartararo (FRA) 70
  2. Dovizioso (ITA) 67
  3. Miller (AUS) 56
  4. Binder (SAF) 49
  5. Vinales (SPA) 48
  6. Nagakami (JAP) 46
  7. Rossi (ITA) 45
  8. Mir (SPA) 44
  9. Oliveira (POR) 43
  10. Espargaró (SPA) 35

 

GP San Marino, le quote

Le quote sulla MotoGP indicano come primo favorito assoluto Pol Espargaró, dato a 4,00. Subito dietro allo spagnolo c’è ancora fiducia in Quartararo e nella sua Yamaha, con una quota di 4,33. Completano il poker dei favoriti l’altra KTM di Binder vincitore a Brno e quotato stavolta 8,00, e l’altra Yamaha di Vinales, a 7,00. Sempre rimanendo sulla casa di Iwata c’è nonno Vale: la vittoria di Rossi, che sarebbe la prima dopo 1174 giorni, paga 15,00. Nessuno si illude, poiché il “dottore” è sempre un competitor eccezionale ma l’età non può non essere un fattore. A proposito di sorprese, suggestiva l’ipotesi di back to back del portoghese Oliveira, il cui successo anche a Misano è quotato 13,00. Quota identica per lo spagnolo Mir su Suzuki, 2° e 4° a Zeltweg. Poco più bassa la quota di Andrea Dovizioso, la cui Ducati non ispira moltissima fiducia, ma comunque a 12,00 potrebbe essere un buon colpo. La quota però più interessante è forse quella di Jack Miller (foto in alto), che in sella alla sua Ducati del team Pramac ha collezionato un terzo e un secondo posto in Austria. Un suo primo piano a Misano paga 15,00: dateci uno sguardo approfondito, magari consultandola dal vostro smartphone o tablet, grazie alla app scommesse di bwin.

Motomondiale 2020, GP di San Marino: tutte le quote

X