Pronostici MotoGP: in Algarve Quartararo vuole allungare la festa

Pronostici MotoGP: in Algarve Quartararo vuole allungare la festa

Penultimo appuntamento per il Mondiale 2021 della MotoGP, che torna a fare tappa in Portogallo sette mesi dopo il Gran Premio che aprì la stagione europea. Questa volta il circuito di Portimao ospita il nuovissimo GP dell’Algarve, che precederà il gran finale del 14 novembre a Valencia. Con il titolo iridato già assegnato a Fabio Quartararo, non mancano comunque i motivi di curiosità e di interesse per chi ama scommettere online, nonostante il forfait di Marc Marquez, l’altro grande protagonista della seconda parte di stagione.

Quote del: 04/11/2021

Partenza: domenica 7 novembre, ore 14.00

Sede: Autodromo Internazionale dell’Algarve, Portimao (Portogallo)

Pronostici MotoGP, la presentazione della gara

Due settimane dopo la grande festa di Fabio Quartararo, laureatosi campione del mondo per la prima volta in carriera nel GP dell’Emilia Romagna, il Motomondiale 2021 fa tappa in Portogallo per l’inedito GP dell’Algarve, 17ª e penultima tappa del calendario 2021, che coinciderà con la 50ª gara in carriera in MotoGP del neocampione del mondo. A scuotere la settimana di vigilia della corsa è stata la notizia del grave incidente subito da Marc Marquez, rimasto vittima di una commozione cerebrale causata da una caduta avvenuta durante una sessione di allenamento in off-road.

Con il titolo iridato già assegnato, l’assenza di Marquez toglie uno dei principali motivi d’interesse al penultimo GP dell’anno, privato dell’altro grande protagonista della stagione. Dopo un 2020 maledetto nel quale in tanti tra gli addetti ai lavori avevano iniziato a temere che Marquez non sarebbe più tornato ai massimi livelli, il pilota di Cervera ha risposto con una seconda parte di stagione da protagonista assoluto, con tre vittorie, quattro podi complessivi e ben 88 punti conquistati negli ultimi quattro GP, contro i 61 di Quartararo e i 66 di Bagnaia, che in terra lusitana cercherà di cancellare la delusione per il ritiro di Misano che ha fatto stappare lo champagne al pilota della Yamaha.

GP Algarve 2021: si torna in riva all’Atlantico dopo sette mesi

L’autodromo dell’Algarve è stato uno dei quattro circuiti “premiati” dalla Federazione internazionale con l’organizzazione di due Gran Premi nel corso del Mondiale 2021, dopo quello del 18 aprile, il GP del Portogallo propriamente detto, che fu la terza prova del calendario iridato nonché prima tappa europea della stagione e che vide la vittoria proprio di Quartararo. Le precedenti “doppiette” si erano avute a Losail, in Qatar, dove la stagione si era aperta tra marzo e aprile con due GP ravvicinati, a Spielberg, dove si era vissuta una doppia tappa, anche in quel caso consecutiva, tra l’8 e il 15 agosto, e poi a Misano Adriatico, teatro a settembre del GP di San Marino e della Riviera di Rimini e un mese dopo del GP dell’Emilia Romagna.

La scelta di inserire due Gran Premi nello stesso circuito a distanza di sette mesi è del tutto inconsueta e si giustifica con le particolari condizioni climatiche rintracciabili nella regione dell’Algarve, situata a pochi chilometri da Portimao, nel distretto di Faro che affaccia sull’Oceano Atlantico e quindi forte di un contesto ambientale favorevole tanto in primavera quanto nel tardo autunno.

Gli unici due precedenti della MotoGP in Algarve riguardano le ultime due edizioni del GP del Portogallo, che debuttò su questo circuito nel 2020 con successo del pilota di casa Miguel Oliveira. In quell’occasione il GP portoghese, inserito in corsa in un calendario falcidiato dalle cancellazioni causate dall’emergenza sanitaria, tornò nel calendario del Motomondiale ben otto anni dopo l’ultima volta, nel 2012, quando il successo della Honda di Casey Stoner pose fine ad una serie consecutiva di ben 13 edizioni della corsa, che dal 2000 si era disputata sullo storico circuito dell’Estoril.

Pronostici MotoGP, caratteristiche del circuito e quote scommesse

Con il titolo iridato già assegnato e in assenza di Marc Marquez, i riflettori degli appassionati saranno concentrati sui piloti italiani e in particolare su Pecco Bagnaia, a caccia del terzo successo in carriera in MotoGP e ovviamente su Valentino Rossi. In tanti sognano che il Dottore riesca a chiudere la carriera con un successo o quantomeno tornando sul podio, ma le caratteristiche della pista dell’Algarve, come di quella di Valencia, inducono al pessimismo, nonostante l’ottima performance di Valentino a Misano.

Quello portoghese è uno dei circuiti più tecnici del Mondiale, ma anche uno dei più imprevedibili – e per questi eventi è sempre buona cosa consultare il nostro glossario delle scommesse sportive. Sono tante, infatti, le variabili difficili da calcolare, a partire da quella climatica, vista l’elevata possibilità di piogge, rese probabili dalla vicinanza dell’oceano e anche dalla collocazione temporale della corsa. La pista, lunga 4.592 metri, conta ben 15 curve, nove delle quali a destra, con un rettilineo di poco inferiore al chilometro (969 metri), ma soprattutto con tanti saliscendi, tratti fino al 12% di pendenza in discesa e fino al 6% in salita e pure una picchiata mozzafiato, proprio alla fine del rettilineo, prima della curva 1, che imporrà ai piloti una profonda decelerazione.

Si preannuncia quindi un GP spettacolare, per piloti veri e coraggiosi, nel quale il favorito non può che essere Fabio Quartararo, vuoi perché El Diablo ha già vinto qui quest’anno, vuoi perché le Ducati non hanno mai avuto troppa fortuna su questo tracciato. E anche le migliori quote odierne sul MotoGP vanno in questa direzione.

Crediti Immagine: Getty Images

X