Manchester United-Manchester City: a Old Trafford va in scena il derby della paura

Manchester United-Manchester City: a Old Trafford va in scena il derby della paura

La Premier League 2021-22 presenta uno dei match più attesi dell’intera stagione, il derby Manchester United-Manchester City. Lontane dai primi posti, per entrambe il pareggio non sarebbe risultato gradito, in particolare per la squadra di Ole Gunnar Solskjaer, la cui posizione in panchina è tutt’altro che salda dopo il tracollo contro il Liverpool. Guardiola, ovviamente, non ha di questi problemi, eppure anche l’avvio di stagione dei Citizens non è esente da passaggi a vuoto. In questa infografica dedicata andiamo a scoprire le statistiche, le curiosità, le quote più interessanti sulla Premier League e i migliori tip su come scommettere bene sul calcio.

Quote del: 03/11/2021

Calcio d’inizio: sabato 6 novembre 2021, ore 13.30

Sede: Old Trafford, Manchester

MAN UTD-MAN CITY
LE QUOTE LIVE

Manchester United-Manchester City, la presentazione

Il derby tra Manchester United e Manchester City, valido per l’undicesima giornata, vedrà di fronte due squadre distanziate di appena tre punti in classifica, ma già staccate rispettivamente di cinque e otto lunghezze dal primo posto. I Red Devils hanno perso tre delle ultime cinque partite: neppure l’ingaggio di Cristiano Ronaldo sembra essere bastato per colmare il gap dai top team del campionato. Tutt’altro lo scenario per i campioni in carica, reduci dal blackout casalingo contro il Crystal Palace, nella partita numero 200 di Pep Guardiola in Premier League, con un bilancio di 146 vittorie e appena 29 sconfitte. Nulla è ancora perduto in Premier, ma il primo obiettivo stagionale resta comunque la sospirata Champions League, ancor più dopo la finale persa contro il Chelsea lo scorso 29 maggio.

Manchester United-Manchester City story: dalla Second Division al sogno Champions League

Detto delle giustificate ambizioni europee del Manchester City, ad oggi appare invece difficile immaginare il Manchester United protagonista in Champions League in primavera. Neppure questo, quindi, sembra essere l’anno buono per il primo derby europeo della storia. Le due squadre si sono infatti finora affrontate solo in ambito nazionale, tra Coppe, campionato e pure la vecchia Second Division, attuale Championship, il campionato di seconda serie, in cui si sono giocate le prime dodici sfide dirette, tra il 1894 e il 1903. Pur essendo spesso partito come favorito, il Manchester United è sovente incappato in sconfitte storiche e fragorose. Così, a proposito di Second Division, a provocare l’ultima retrocessione dello United, datata 1974, fu proprio il City con il derby vinto 1-0 il 27 aprile 1974 e deciso da un gol di un certo Denis Law, uno dei più illustri doppi ex della sfida, essendosi affacciato tra i grandi con il City per poi vincere tutto, Pallone d’oro compreso, con lo United e tornare ad indossare la maglia Sky Blue per chiudere la carriera.

Manchester United-Manchester City: il record di Peter Schmeichel e l’ascesa degli Sky Blues

A proposito di doppi ex, uno che di derby se ne intende è Peter Schmeichel, il portierone del leggendario United di Sir Alex Ferguson, ma mai perdonato dai tifosi di Old Trafford per la decisione di chiudere la carriera nel City, nella stagione 2002-’03: il danese non ha perso nessuno dei 14 derby di Manchester disputati in carriera, tra i 12 giocati a difesa dei pali dello United e i due in maglia City. Tra questi, quello del 29 novembre 2002, finito 3-1, prima sconfitta per i Red Devils contro i cugini dal 1989 e soprattutto ultima stracittadina giocata dal City nello storico impianto di Maine Road.

Nella stagione successiva si consumò infatti il trasferimento al City of Manchester Stadium, poi Etihad Stadium, primo segnale della crescita esponenziale del club iniziata dopo il passaggio nel 2011 sotto il controllo dell’Abu Dhabi United Group. Nello stesso lasso di tempo il City ha vinto 13 dei 27 derby giocati tra tutte le competizioni, con una spiccata superiorità proprio nelle sfide giocate a Old Trafford, dove lo United è caduto cinque volte nelle ultime nove gare.

Le probabili formazioni

A differenza di Guardiola, Solskjaer non ha potuto fare calcoli nella scelta della formazione da mandare in campo contro l’Atalanta in Champions League. Sicuri assenti nel derby saranno gli squalificati Pogba e Laporte: lo United dovrebbe scendere in campo con il 3-5-2 che ha dato buoni frutti contro il Tottenham, con Fred al posto del francese. Dall’altra parte si dovrebbe rivedere Gündogan con De Bruyne avanzato nel tridente.

Manchester United (3-5-2): De Gea; Lindelof, Varane, Maguire; Wan-Bissaka, Bruno Fernandes, McTominay, Fred, Shaw; Cristiano Ronaldo, Cavani. All. Solskjaer.

Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Ruben Dias, Stones, Joao Cancelo; Gündogan, Rodri, Bernardo Silva; Gabriel Jesus, Foden, De Bruyne. All. Guardiola.

Manchester United-Manchester City, quote e pronostico

Manchester United e Manchester City si sono affrontate in totale 186 volte. Il bilancio complessivo vede lo United in vantaggio per 77 vittorie contro 56, una superiorità che si mantiene tanto nelle 164 gare totali di campionato, con i Red Devils capaci di vincerne 65 a fronte di 47 sconfitte, che nel computo di quelle con lo United padrone di casa: il City ha infatti vinto solo 21 volte in campionato nella tana del nemico, subendo 34 sconfitte, ma un terzo dei successi degli Sky Blues sono stati registrati dal 2008 in avanti.

Due dei protagonisti più attesi saranno Cristiano Ronaldo e Gabriel Jesus, alle prese con momenti di forma molto differenti: il portoghese è a secco da cinque partite di campionato, striscia negative che non viveva dal 2017 con il Real Madrid, mentre il brasiliano ha preso parte a nove gol nelle ultime dieci partite da titolare in Premier, con tre gol e sei assist. Tra le quote sul calcio proposte oggi ci intriga quella relativa al pareggio + Over 2,5, o pareggio + Goal.

MAN UTD-MAN CITY
LE QUOTE AGGIORNATE

Crediti Immagine: Getty Images

X