Brozovic e Tonali

Milan-Inter: i numeri della crisi delle milanesi e le ripercussioni sulle quote scudetto

Domani sera andrà in scena Milan-Inter, gara di andata delle semifinali della Coppa Italia 2021-22. Un’occasione da non perdere, per entrambe le squadre, per uscire da una crisi di risultati che ha portato un’evidente rallentamento nella corsa verso lo scudetto. Andiamo a vedere i numeri della crisi delle milanesi e le conseguenze sulle variazioni delle quote scommesse.

Milan-Inter, una crisi per due

Guardando la classifica, con Milan e Napoli al comando e l’Inter subito dietro, ma con una gara da recuperare, parlare di crisi per le squadre milanesi potrebbe sembrare una forzatura. Soprattutto se consideriamo che domani è in programma Milan-Inter, semifinale di andata della Coppa Italia, a riprova che entrambe le squadre sono pienamente in corsa per gli obiettivi più importanti (e i nerazzurri lo sono anche in Champions League, benché in una situazione quasi compromessa).

Eppure, è evidente che qualcosa si è incrinato negli ultimi tempi. Più nell’Inter che nel Milan, forse, dal momento che, nonostante i recenti (mezzi) passi falsi contro Salernitana e Udinese, i rossoneri hanno perso solo una delle 10 gare ufficiali del 2022 – quella contro lo Spezia, peraltro a causa di un macroscopico errore dell’arbitro Serra. Per il resto, sei vittorie e tre pareggi. L’andamento lento dell’Inter, invece, è più marcato: 11 partite nel 2022, con tre sconfitte, altrettanti pareggi e sei vittorie.

Crisi Milan, i numeri

A far scattare il campanello d’allarme in casa Milan sono stati soprattutto le ultime due gare, contro la derelitta Salernitana e l’Udinese, entrambe pareggiate dopo che il Diavolo si era portato in vantaggio per primo. Quattro punti persi, insomma: e l’unico motivo per sorridere è che nel frattempo il Napoli ha guadagnato “solo” due punti sul Milan, mentre l’Inter ne ha addirittura perso uno. Ma è chiaro che serve una svolta in tempi rapidi, perché la flessione è evidente.

  • Due pareggi consecutivi per il Milan: non arriva a quota tre da quasi quattro anni (aprile 2018
  • Nelle prime otto giornate del girone di ritorno, il Milan ha raccolto 15 punti (1,87 a partita). All’andata ne aveva raccolti 22 (2,75)

Crisi Inter, i numeri

Per l’Inter, i guai sono cominciati proprio dal derby perso lo scorso 5 febbraio. A fine primo tempo i nerazzurri erano a +10 virtuale sui cugini, ma la doppietta di Giroud in 3’ ha ribaltato tutto. Incrinando, sembra, anche qualche convinzione che sembrava acquisita. A febbraio l’Inter ha vinto solo il match di Coppa Italia contro la Roma, perdendo tre volte (Milan, Liverpool e Sassuolo, sempre a San Siro) e pareggiando a Napoli e Genova contro il disastrato Grifone. Per risollevarsi urge soprattutto ritrovare l’attacco, e in particolar modo Lautaro Martinez

  • Lautaro Martinez non segna dal 17 dicembre, cioè da otto giornate consecutive
  • Se il campionato fosse iniziato a gennaio, l’Inter sarebbe 11esima in classifica con 9 punti
  • Nel girone di ritorno l’Inter ha segnato appena sei gol, terzo peggior attacco dietro Genoa e Bologna

Ma come ha influito la crisi di Milan e Inter sulla variazione delle quote sul calcio?

Milan-Inter, come sta incidendo la crisi sulle quote scudetto

Come possiamo vedere nella nostra consueta analisi dedicata alle quote sulla vincente del campionato, l’Inter continua a essere considerata la squadra favorita al titolo. La festa nerazzurra a fine maggio è bancata a 1,75, il che significa che la squadra di Inzaghi ha ancora ottime possibilità, almeno per i bookmaker e per i bettor, di arrivare alla seconda stella.

Tuttavia, solo un mese fa la quota era scesa fino a 1,25. In altre parole, siamo passati da una situazione in cui lo scudetto all’Inter era considerata pressoché una formalità, una questione di tempo, a una situazione in cui l’Inter è favorita, ma nulla più.

Di converso, nonostante gli inciampi delle ultime due giornate, il Milan ha visto decisamente aumentare le proprie chance tricolori. Un mese fa, dopo la sconfitta contro lo Spezia, i rossoneri erano scivolati a quota 12,00. Come a dire, salvo miracoli la corsa è finita. E invece il successo del derby e, soprattutto, la brusca frenata dell’Inter hanno consentito alla squadra di Pioli di accorciare molto le distanze.

Al momento, lo scudetto del Milan è bancato a 4,75, terza quota più bassa dopo Inter e Napoli (3,75). Per il Diavolo la strada verso un trionfo che manca dal 2011 è ancora impervia, e sicuramente sarà indispensabile un cambio di passo rispetto alle ultime uscite. Ma non c’è più una montagna quasi invalicabile da scalare.

Crediti Immagine: Getty Images

X