Verona-Milan: rossoneri al cospetto della

Verona-Milan: rossoneri al cospetto della “fatal Verona”

Domenica sera si gioca Verona-Milan e il pensiero, specialmente in casa rossonera, vola subito a quei match in terra veneta che costarono al Diavolo due scudetti, nel 1973 e nel 1990. La squadra di Pioli però quest’anno ha mostrato una compattezza e una forza d’animo invidiabili, non cedendo mai alle difficoltà e agli ostacoli di questo straordinario percorso, che potrebbe essere sublimato dalla vittoria del tricolore.

Quote del: 05/05/2022

Fischio d’inizio: domenica 8 maggio, ore 20.45

Sede: Marcantonio Bentegodi, Verona   

VERONA-MILAN
QUOTE LIVE

Verona-Milan, la presentazione

Ancora una volta il destino del Milan passa dal Bentegodi e i due precedenti della “Fatal Verona” spaventano persino il Diavolo. Nel 1973 la sconfitta sul campo dell’Hellas all’ultima giornata per 5-3 ha consegnato il 15° tricolore alla Juventus e il discorso si ripete nel 1990. Alla penultima giornata si giocava Verona-Milan, con i padroni di casa ad un passo dalla B e gli ospiti a pari punti con il Napoli: la sfida è una disfatta, con tre espulsi fra i rossoneri, e la sconfitta per 2-1 proietta i partenopei verso il secondo scudetto.

Caso vuole che il Milan, padrone del suo destino e mai così vicino al tricolore come in questa stagione, dovrà ancora confrontarsi con questo spauracchio. Servono sette punti al Diavolo per tornare sul tetto d’Italia dopo 11 anni, con un’Inter che però non intende mollare: i nerazzurri tuttavia non sono più i favoriti secondo le quote sulla vincente dello scudetto.

Occhio a sottovalutare il Verona, che ha ancora due obiettivi da poter raggiungere. Il primo, molto concreto, è superare il record di punti della Società: per ottenere questo risultato basterà una vittoria nelle ultime tre giornate. Il secondo è un sogno difficile, ma (ancora) non impossibile: la distanza dell’Hellas dalla zona Europa è soltanto di quattro punti…

Verona-Milan, i precedenti

Nell’era dei tre punti a vittoria, solo una volta il Milan è riuscito a battere il Verona sia all’andata che al ritorno di uno stesso campionato di Serie A, nella stagione 2001/2002. I rossoneri hanno vinto le ultime due trasferte contro l’Hellas e non hanno mai ottenuto tre successi di fila in casa dei gialloblù. In generale, la formazione di Pioli ha vinto quattro dei sei precedenti più recenti contro gli scaligeri.

Statistiche giocatori

Primo tempo
Davide Faraoni
(Assist: Darko Lazovic)
Goal 38'    
Davide Faraoni Ammonizioni 45+1'    
    45+1' Ammonizioni Rafael Leão
    45+3' Goal Sandro Tonali
(Assist: Rafael Leão)
Secondo tempo
    49' Goal Sandro Tonali
(Assist: Rafael Leão)
Ivan Ilic Ammonizioni 70'    
    86' Goal Alessandro Florenzi
(Assist: Junior Messias)

Statistiche partita

47
Possesso palla
53
10
Tiri totali
18
3
Tiri in porta
8
5
Tiri fuori
6
2
Parate
4
5
Calci d'angolo
8
0
Fuorigioco
2
15
Falli
7

Le probabili formazioni

Hellas con il solito blocco che sta facendo le fortune recenti dei gialloblù. A sinistra è vivo il ballottaggio tra Lazovic e Deapoli, mentre l’unico assente sarà il solito Dawidowicz, in recupero dalla rottura del legamento crociato.

Lato Milan al posto di Junior Messias, Saelemaekers è favorito per partire dal primo minuto, così come Krunic al posto di Brahim Diaz. Tutti confermati gli altri: Maignan in porta, Calabria, Kalulu, Tomori e Theo Hernandez in difesa, Tonali-Kessié a centrocampo, Leao a scorrazzare sulla fascia sinistra della trequarti e Giroud davanti. 

Verona (3-4-2-1): Montipò; Gunter, Ceccherini, Casale; Faraoni, Ilic, Tameze, Lazovic; Barak, Caprari; Simeone. All.Tudor.

Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Kessié; Saelemaekers, Krunic, Leao; Giroud. All. Pioli. 

Verona-Milan, quote e pronostico

Il Verona ha trovato il successo a Cagliari nell’ultima giornata, ma non vince due gare di fila da gennaio: nelle ultime 13 giornate infatti gli scaligeri non hanno mai ripetuto per due volte consecutive lo stesso risultato. E al Bentegodi arriva la squadra più in forma del campionato, imbattuta da 13 partite: meglio nei top 5 campionati solo il Liverpool, che non perde da dicembre. Proprio con i Reds il Diavolo condivide il maggior numero di clean sheet realizzati da inizio marzo: ben sette, con la difesa rossonera che è tuttavia la meno bucata in Euorpa in questo arco temporale, con un solo gol subito negli otto match più recenti.

77 punti per il Milan: l’ultima volta che il Diavolo aveva raggiunto questa quota ha vinto poi il tricolore, nella stagione 2010/11. Numeri da scudetto insomma, che lasciano ben sperare i tifosi rossoneri, anche se nelle ultime 15 stagioni il Diavolo non ha mai toccato quota 80 dopo 36 giornate. Di fronte c’è Caprari, alla caccia del record di assist con la maglia gialloblù di Hallfredsson: il classe 1993 è a quota sette e, considerando anche le 12 reti segnate, potrebbe diventare il secondo italiano dell’Hellas negli ultimi 17 anni in grado di partecipare ad almeno 20 gol in un singolo torneo di A (l’altro è stato Luca Toni),

Le ultime quote scommesse sulla Serie A sorridono al Milan capolista, che quest’anno ha avuto nella concretezza e nel cinismo due alleati fondamentali per il sogno scudetto. A tal proposito, l’Under 2,5 è molto interessante, essendo quotato a 2.05.

VERONA-MILAN
TUTTE LE QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X