Milan Giroud Tomori

Milan-Genoa: il tridente del Diavolo è spuntato, ma contro il Grifone serve solo vincere

Sulla carta, l’anticipo del venerdì sera Milan-Genoa si presenta come una buona chance per il Diavolo di Pioli per riprendere a correre. In realtà, le difficoltà palesate dai rossoneri in fase offensiva da due mesi a questa parte consigliano grande prudenza anche contro il derelitto Grifone.

Quote del: 12/4/22

Fischio d’inizio: venerdì 15 aprile, ore 21

Sede: Stadio Giuseppe Meazza, Milano

MILAN-GENOA
QUOTE LIVE

Milan-Genoa, la presentazione

Parafrasando il compianto presidente di un club rivale, per il Milan, nel match contro il Genoa di venerdì sera, la vittoria sarà l’unica cosa che conta. Perlomeno, se il Diavolo ha intenzione di restare ancorato al sogno-scudetto – e non a caso le quote sulla vincente della Serie A premiano di nuovo l’Inter. Un obiettivo, quello tricolore, che non era necessariamente nei desiderata iniziali del club, come dimostra anche l’inazione palesata sul mercato di gennaio, ma che l’ottimo lavoro di Pioli e della squadra, unito ai balbettii inattesi della favorita Inter, ha reso concreto col passare dei mesi.

Ora, tuttavia, la macchina rossonera sembra essersi inceppata, almeno per ciò che riguarda la produzione offensiva. Tre gol nelle ultime cinque giornate sono un ruolino di marcia da retrocessione – e se comunque in questo frangente il Milan ha messo insieme 11 punti è grazie a una difesa diventata imperforabile da un mese e mezzo a questa parte (ultima rete subita, quella di Udogie in Milan-Udinese del 25 febbraio).

Quella, tra le altre cose, è stata la gara dell’ultimo squillo di Rafael Leao. Da quel momento in avanti, il portoghese si è smarrito, acuendo ulteriormente la stenosi offensiva del Diavolo. Brahim Diaz è l’ombra di se stesso ormai da sei mesi, a destra né Saelemakers né Messias riescono a dare un qualche tipo di contributo in materia di gol e assist, e la coppia Rebic-Ibrahimovic passa più tempo in infermeria che in campo. Una situazione che limita enormemente le possibilità rossonere di tradurre in gol quella superiorità espressa molto di sovente.

Ecco perché Milan-Genoa va presa con le pinze, anche sotto il profilo dell’analisi delle quote sulla Serie A. La squadra di Blessin è terzultima, ha vinto solo due gare in tutto il campionato e con il 4-1 subito dalla Lazio sembra aver perso anche l’unico suo elemento di continuità, cioè la solidità difensiva (prima di allora aveva subito appena tre gol in 9 giornate). Ma è ancora in corsa per salvarsi ed è prevedibile che organizzerà una barricata intelligente, cosa che questo Milan potrebbe aver molti problemi a scalfire.

Milan-Genoa, i precedenti

L’ultimo successo rossoblù a San Siro contro il Milan è datato 8 marzo 2020. Un weekend spartiacque, e non solo perché da lì a poco sarebbe iniziato il lockdown. Quando si tornò in campo, tre mesi dopo, non era più lo stesso Milan. I rossoneri hanno già affrontato due volte il Grifone quest’anno, in campionato e in Coppa Italia, vincendo per 3-0 a Marassi e 3-1 a San Siro. L’ultimo successo del Diavolo in casa contro il Genoa in Serie A risale a esattamente un anno fa (18 aprile 2021, 2-1), mentre l’ultimo pareggio tra le due squadre a San Siro è datato ottobre 2017 (0-0).

Statistiche giocatori

Primo tempo
Rafael Leão
(Assist: Pierre Kalulu)
Goal 11'    
Secondo tempo
    80' Ammonizioni Kelvin Yeboah
Sandro Tonali Ammonizioni 84'    
Junior Messias Goal 87'    
    90+4' Ammonizioni Albert Gudmundsson

Statistiche partita

59
Possesso palla
41
10
Tiri totali
7
5
Tiri in porta
1
4
Tiri fuori
5
1
Parate
1
3
Calci d'angolo
1
3
Fuorigioco
1
10
Falli
19

Milan-Genoa, le probabili formazioni

Rispetto alla sfida contro il Torino, che il Milan ha affrontato in condizioni di rinnovata emergenza (ben 7 assenti), Pioli dovrebbe recuperare quantomeno Ismail Bennacer, ovvero il suo uomo più in forma. Qualche chance per Ante Rebic, almeno per la panchina. Il derby di martedì contro l’Inter, comunque, consiglierà prudenza, e questo vale soprattutto per Zlatan Ibrahimovic, che difficilmente sarà del match contro il Grifone. In difesa recupera Tomori, mentre Romagnoli potrebbe tornare a disposizione in Coppa Italia. In casa rossobù, Blessin dovrà fare a meno dei vari Rovella, Cambiaso e Vanheusden. In attacco ci sarà Mattia Destro, ex che segna spesso ai rossoneri, appoggiato dal trio Gudmundsson-Melegoni-Portanova.

Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Hernandez; Bennacer, Tonali; Messias, Kessié, Leao; Giroud. All. Pioli

Genoa (4-2-3-1): Sirigu; Hefti, Ostigard, Maksimovic, Vasquez; Sturaro, Badelj; Gudmundsson, Melegoni, Portanova; Destro. All. Blessin

Milan-Genoa, quote e pronostico

Tra le quote di oggi sul calcio, quelle su Milan-Genoa sono sicuramente tra le più sbilanciate. Com’è naturale che sia, i rossoneri godono del favore del pronostico, ma dubitiamo che la partita di San Siro si riveli essere una passeggiata di salute.

Innanzitutto, il Milan va spesso in sofferenza contro squadre sulla carta inferiori o molto inferiori: vedi, per restare al girone di ritorno, la sconfitta interna contro lo Spezia, i pareggi contro Udinese, Salernitana e Bologna, le sudatissime vittorie contro Cagliari ed Empoli. In secondo luogo, il Diavolo segna pochissimo: solo tre gol nelle ultime cinque giornate. Ultima vittoria in campionato con più di un gol di scarto: 0-3 a Venezia, il 9 gennaio scorso. Mentre il Genoa, prima del tracollo contro la Lazio, viaggiava alla media di un gol incassato ogni tre partite.

Insomma, ci sono tutti gli ingredienti perché anche questo Milan-Genoa sia una gara a basso punteggio e non priva di insidie e sofferenze per il Diavolo. Crediamo tuttavia che i rossoneri riusciranno a spuntarla, magari tornando a segnare più di una rete dopo due mesi.

MILAN-GENOA
TUTTE LE QUOTE

Crediti immagine: Getty Images

X