Guardiola Simeone

Manchester City-Atletico Madrid: Guardiola contro Simeone, due filosofie e un’ossessione per la Champions League

La Champions League 2021-2022 entra nel vivo con l’andata dei quarti di finale. Inghilterra e Spagna la fanno da padrone con tre rappresentanti a testa e due confronti diretti le cui vincenti si affronteranno in semifinale. I giochi si aprono all’Etihad con Manchester City-Atletico Madrid, una sfida tra due allenatore agli antipodi ma uniti dall’ossessione di vincere la Champions League. Simeone non ci è mai riuscito (due sconfitte in finale nel 2014 e nel 2016, sempre contro il Real Madrid), mentre Guardiola è a secco dal 2011.

Quote del: 04/04/2022

Calcio d’inizio: martedì 5 aprile 2022, ore 21.00

Sede: Etihad Stadium, Manchester 

Manchester City-Atletico Madrid, la presentazione

La partita tra Manchester City e Atletico Madrid, di fronte per la prima volta nella storia, arriva in un momento molto delicato della stagione dei Citizens, che prima e dopo l’andata dei quarti di Champions dovranno affrontare per due volte il Liverpool, ospite all’Etihad nell’arco di una settimana tra Premier (10 aprile) e semifinale di FA Cup (16). Insomma, De Bruyne e compagni si giocheranno davanti ai propri tifosi una buona fetta di stagione. Il rischio del tutto o niente è concreto, così come il sospetto che, magari inconsciamente, la squadra privilegi la vetrina europea un anno dopo la finale di Champions persa contro il Chelsea.

Non ha di questi problemi l’Atletico, che potrà giocare con la leggerezza di chi ha molto meno da perdere, avendo già dato un senso alla stagione grazie all’impresa compiuta a Old Trafford eliminando l’altra squadra di Manchester nel ritorno degli ottavi. La cifra tecnica superiore della squadra di Guardiola si misurerà con la tradizionale solidità di quella di Simeone, che pure si è ormai da tempo votata ad una filosofia più costruttiva e meno prevedibile, ma anche meno remunerativa in termini di risultati. Basti pensare che proprio la gara contro lo United è stata appena la sesta vinta nelle ultime 16 giocate in Champions e la prima delle ultime sette in cui i Colchoneros sono riusciti a tenere la porta inviolata. C’era una volta il Cholismo… 

Le probabili formazioni

Per l’andata dei quarti di finale di Champions League Guardiola e Simeone potranno contare su organici al completo. Nel Manchester City rientreranno Ruben Dias, Bernardo Silva e Mahrez, a riposo contro il Burnley, mentre il grande ex Rodri dirigerà le operazioni a centrocampo. L’unico dubbio sussiste al centro dell’attacco, con Sterling favorito su Foden. Dall’altra parte Simeone sembra deciso a riproporre la difesa a tre, una delle grandi novità tattiche della stagione escogitata dal Cholo, sperimentata con successo anche a Old Trafford: ballottaggio a destra tra Llorente e Vrsaljko, in attacco ancora panchina per Suarez.

Manchester City (4-3-3): Ederson; Walker, Laporte, Ruben Dias, Joao Cancelo; Bernardo Silva, Rodri, De Bruyne; Mahrez, Sterling, Grealish. All.: J. Guardiola.

Atletico Madrid (3-5-2): Oblak; Savic, Gimenez, Reinildo; Llorente, Herrera, Koke, De Paul, Renan Lodi; Joao Felix, Griezmann. All.: D. Simeone. 

Manchester City-Atletico Madrid, quote e pronostico

Le quote scommesse sulla Champions League, com’era lecito attendersi, premiano i padroni di casa. Il Manchester City ha perso solo due volte su dieci confronti europei casalinghi contro le spagnole, a fronte di cinque vittorie, ma nelle sfide ad eliminazione diretta contro le spagnole il Manchester si è qualificato solo due volte su sei, compreso l’ultimo incrocio, nei quarti della Champions League 2020 grazie alla doppia vittoria sul Real Madrid. Tutt’altro il bilancio dell’Atletico Madrid nei 13 confronti con squadre inglesi: i Colchoneros hanno passato il turno in ben 10 occasioni, sebbene l’ultima delusione sia fresca, l’eliminazione agli ottavi della scorsa edizione contro il Chelsea poi campione d’Europa.

Gli spagnoli hanno vinto solo quattro delle 18 gare giocate nella propria storia in Inghilterra, a fronte di sei sconfitte e il successo sul Manchester United è stata la prima occasione nella quale l’Atletico è riuscito a tenere la porta inviolata in nove confronti contro le inglesi in Champions. Il rendimento delle ultime due stagioni europee dice che il Manchester City è una squadra da trasferta, se è vero che grazie alla goleada di Lisbona nell’andata degli ottavi la squadra di Guardiola è diventata la prima nella storia della competizione a vincere cinque incontri consecutivi fuori casa nella fase a eliminazione diretta. Tuttavia, l’atteggiamento prudente con il quale l’Atletico si presenterà all’Etihad consiglia di puntare su una sfida con poche reti, ma con l’opzione goal da non trascurare.

Crediti Immagine: Getty Images

X