Giappone-Spagna: i nipponici tentano l’impresa contro la formazione di Luis Enrique

Giappone-Spagna: i nipponici tentano l’impresa contro la formazione di Luis Enrique

Il Giappone sfida la Spagna nella terza giornata della fase a gironi dei Mondiali 2022. Ai nipponici serve un’impresa per ottenere la qualificazione agli ottavi di finale mentre gli iberici sono ormai ad un passo dalla fase successiva del torneo. I pronostici sono tutti per il gruppo spagnolo ma la formazione di Hajime Moriyasu è riuscita a sconfiggere la Germania, dimostrando di essere un avversario ostico per tutti.

Quote del: 29/11/2022

Fischio d’inizio: giovedì 1° dicembre, ore 20.00

Sede: Stadio Khalifa, Doha

Giappone-Spagna, la presentazione

Il Giappone sfida la Spagna nella terza giornata della fase a gironi dei Mondiali 2022. Un match importante perché sulla carta nulla è ancora deciso all’interno del gruppo E, anche se ai nipponici servirà un’impresa per ottenere la qualificazione. Nessuno, ad inizio della rassegna internazionale, avrebbe potuto immaginare una situazione di classifica come quella attuale: eccezion fatta per la Spagna, prima, la Germania occupa l’ultima posizione con un solo punto conquistato.

La formazione iberica è invece prima ma il pareggio con la Germania nell’ultimo match non ha permesso al gruppo di Luis Enrique di festeggiare l’approdo agli ottavi di finale con un turno di anticipo. Le qualità del gruppo spagnolo sono emerse fin da subito, tra tutti merita una menzione lo spirito di squadra che si nota nei movimenti in campo, con i giocatori perfettamente sincronizzati tra loro.

Il Giappone occupa invece la seconda posizione in classifica: dopo l’exploit contro i tedeschi, tuttavia, la squadra guidata da Hajime Moriyasu ha commesso un errore di approccio nella sfida contro il Costa Rica e ne è uscita sconfitta. Ora le chance per l’approdo al turno successivo non sono nulle ma implicherebbe fare punti contro la Spagna (vittoria o pareggio che sia).

Le probabili formazioni

Il Giappone sembra intenzionato a disporsi sul terreno di gioco con il 4-2-3-1. La linea a quattro di difesa potrebbe essere composta da Sakai, Tomiyasu, Yoshida e Nagatomo. Endo e Morita sono invece in pole per formare il centrocampo a due. In avanti spazio a Maeda, con il supporto di ben tre trequartisti: gli indiziati per una maglia da titolare sono Ito, Kamada e Minamino.

Enrique sembra invece optare per la conferma del 4-3-3 classico. Carvajal, Pau Torres, Laporte e Jordi Alba sono in lizza per una maglia dal primo minuto nel reparto difensivo, con Unai Simon probabile titolare tra i pali. Gavi, Busquets e Pedri potrebbero invece essere gli interpreti del centrocampo. Il tridente offensivo dovrebbe, infine, essere formato da Ferran Torres, Morata e Olmo.

Giappone (4-2-3-1): Gonda, Sakai, Tomiyasu, Yoshida, Nagatomo, Endo, Morita, Ito, Kamada, Minamino, Maeda. Allenatore: Hajime Moriyasu

Spagna (4-3-3): Unai Simon, Carvajal, Pau Torres, Laporte, Jordi Alba, Gavi, Busquets, Pedri, Ferran Torres, Morata, Olmo. Allenatore: Luis Enrique

Giappone-Spagna, quote scommesse e pronostico

Il palinsesto attualmente disponibile delle scommesse sul calcio consente di immaginare la sfida tra Giappone e Spagna come un match a trazione iberica. La formazione di Luis Enrique è infatti la candidata numero uno alla vittoria dell’incontro e l’ipotesi è bancata a 1.39. Decisamente più arduo è invece il trionfo nipponico, eventualità indicata a 8.00. Il pareggio è invece dato a 4.75. Spostando l’attenzione sul possibile numero di reti messe a segno, l’Over 2.5 può valere 1.68 volte la posta in gioco mentre l’Under 2.5 è quotato a 2.05.

Crediti immagine: Getty Images

X