Giro Italia 2022

Giro d’Italia 2022: la tappa 20 può decidere la Corsa Rosa, Carapaz deve rispondere a Hindley e Landa

Giornata di importanza cardinale al Giro d’Italia 2022. La tappa numero 20, che porterà la carovana da Belluno alla Marmolada, deciderà con ogni probabilità i destini della corsa, che si chiuderà poi nella giornata di domenica. Richard Carapaz (Ineos Grenadiers), Jai Hindley (Bora-hansgrohe) e Mikel Landa (Bahrain Victorious) puntano ad arrivare primi sul Passo Fedaia

Partenza: Belluno

Arrivo: Marmolada (Passo Fedaia)

Chilometri: 168

Difficoltà: *****

GIRO D’ITALIA 2022
LE QUOTE LIVE

Giro d’Italia 2022: presentazione e altimetria tappa 20

Le sorti del Giro d’Italia 2022, tra gli eventi hot del weekend per ciò che riguarda le migliori quote sportive online, passano da due sole frazioni. La prima, quella di oggi, sabato, è un classico tappone dolomitico in grado di dare uno scossone alla classifica. Uno scossone che sarebbe decisivo. Si parte da Belluno, con una breve deviazione lungo la valle del Piave tra Sedico, Santa Giustina e Sospirolo: già qui qualcuno potrebbe tentare di andare in fuga.

Giro d’Italia 2022, altimetrie della tappa 20 Belluno-Marmolada

Nella Valle del Cordevole, che si affronta passando attraverso Agordo e Cencenighe, la strada inizia a salire. Il piatto forte è naturalmente costituito dal trittico di salite con il Passo di San Pellegrino (pendenze oltre il 15% dopo Falcade) seguito dall’iconico Passo Pordoi (è anche la Cima Coppi 2022 con i suoi 2.239 metri) e quindi dal Passo Fedaia (14 chilometri al 7,6% di pendenza media) che con i 6 chilometri dopo Malga Ciapela, sempre sopra il 10%, raggiunge pendenze del 18% addirittura.

Giro d’Italia 2022: quote e favoriti della tappa 20

Inutile girarci intorno. La giornata è decisiva per la classifica finale di questa combattuta edizione del Giro d’Italia, ogni secondo può pesare come un macigno anche in vista della cronometro conclusiva di domenica. Per le quote sul Giro, ci possiamo aspettare che siano Richard Carapaz (Ineos Grenadiers), Jai Hindley (Bora-hansgrohe) e Mikel Landa (Bahrain Victorious) a giocarsi la vittoria sul Passo Fedaia, allettati anche dagli abbuoni in palio. L’ecuadoriano, dato come favorito fin dall’avvio del Giro, ha la possibilità di mettere definitivamente in chiaro, ma sa benissimo che gli altri due potrebbero allearsi contro di lui, per poi vedersela tra di loro.

Ora passiamo agli ‘altri’ e cioè chi non ha più l’opportunità di vincere la Corsa Rosa. Jan Hirt, il ceco della Intermarché-Wanty-Gobert, sta vivendo una settimana da protagonista e potrebbe riprovarci. Così come il colombiano Santiago Buitrago (Bahrain Victorious) e i due portacolori della Jumbo-Visma Gijs Leemreize e Koen Bouwman. Una chance di vittoria di tappa la daremmo anche a Hugh Carthy (EF Education-EasyPost), che è alla ricerca di un acuto, e ad Alejandro Valverde (Movistar), che farebbe un qualcosa di leggendario, vista la veneranda età dello spagnolo, prima di soffermarci sugli italiani. E su uno in particolare: Vincenzo Nibali. Lo Squalo dell’Astana Qazaqstan è, come noto, alla sua ultima apparizione al Giro d’Italia e freme dalla voglia di chiudere in bellezza davanti ai suoi numerosi tifosi. Lorenzo Fortunato (Eolo-Kometa) e Dario Cataldo (Trek-Segafredo) sono altri due nostri connazionali che cercano una giornata di gloria e che sono da tenere d’occhio.

GIRO D’ITALIA 2022
LE QUOTE LIVE

Crediti Immagine: Getty Images

X