ATP Finals 2021: Berrettini alza bandiera bianca, contro Hurkacz c'è Sinner

ATP Finals 2021: Berrettini alza bandiera bianca, contro Hurkacz c’è Sinner

Dopo il ritiro tra le lacrime contro Zverev a causa dell’infortunio agli addominali, Matteo Berrettini ha provato a gettare il cuore oltre l’ostacolo, ma non ce l’ha fatta. La rinuncia ufficiale è arrivata appena quattro ore prima del match della seconda giornata del Gruppo Rosso delle Atp Finals 2021. Alle 21 toccherà a Jannik Sinner sfidare Hubert Hurcakz.

Atp Finals 2021, 2ª giornata: Matteo Berrettini si ritira

Dall’infortunio al gomito di Stefanos Tsitsipas, rientrato solo in parte visto il crollo subito dal greco al debutto contro Andrej Rublev, a quello di Matteo Berrettini, costretto al ritiro nel match contro Alexander Zverev, le Atp Finals 2021 sono iniziate in modo piuttosto turbolento. Si aggiunga il “caso biglietti”, acuitosi dopo la decisione di confermare la riduzione della capienza del PalaAlpitour dal 75% al 60%, presa poche ore prima del via, e il quadro è completo. Eppure, martedì 16 novembre alle ore 21 gli spalti del più grande impianto sportivo multifunzionale indoor d’Italia saranno ancora pieni, per quanto possibile, per sostenere l’idolo di casa. Che non sarà Matteo Berrettini, arresosi all’infortunio subito contro Zverev, bensì la prima riserva Jannik Sinner.

Atp Finals 2021, Sinner-Hurkacz, amici contro

Matteo avrebbe dovuto affrontare Hubert Hurkacz alle ore 14, con in serata la super sfida tra Daniil Medvedev e Alexander Zverev. Invece, grazie anche al cavalleresco benestare del russo e del tedesco, il piatto forte della giornata era stato anticipato alle 14 per permettere a Berrettini di avere più tempo per provare a recuperare. Tutto inutile, la rinuncia è stata ufficializzata dopo le 17 nonostante l’ottimismo delle ore precedenti. Sarà quindi Jannik Sinner, il primo degli “alternates” (riserve) pronte a subentrare a un collega in caso di infortunio, a sfidare Hubert Hurkacz. Per il classe 2001 sarà un debutto emozionante e inatteso in quella che, si spera, diventerà una vetrina abituale già dal prossimo anno, ma che quest’anno era sfumata in extremis proprio a vantaggio di Hurkacz, peraltro uno dei migliori amici di Jannik in tutto il circuito, più regolare dell’italiano nel finale di stagione, ma certo meno vincente visto che nella bacheca di Sinner brillano i quattro tornei conquistati nel 2021.

Atp Finals 2021, Sinner-Hurkacz: precedenti e pronostico

È ovvio che per Sinner l’obiettivo della semifinali sia quasi impossibile considerando che, a parità di punti, il secondo criterio di valutazione sarà il numero di partite giocate. Jannik dovrà quindi fare il pieno e sperare, ma più realisticamente è giusto aspettarsi dal Golden Boy del tennis italiano un buon approccio a livello di personalità e magari una bella prestazione nel match più alla portata, proprio quello contro Hurkacz, prima della sfida a Medvedev. Il polacco ripartirà dall’ultimo precedente che l’ha visto vincitore in maniera netta nella finale del Masters 1000 di Miami ad aprile. Hurcakz è sicuramente più in forma e ha già rotto il ghiaccio nelle Finals facendo tremare Medvedev. Sinner però non è tipo che concede troppo alle emozioni e soprattutto ha già abituato a stupire da sfavorito, per poi semmai perdersi sul più bello. Ma per le quote aggiornate sul tennis il favorito è il polacco.

Crediti Immagine: Getty Images

X