Matteo Berrettini, Australian Open

Monfils-Berrettini: Matteo cerca un posto in semifinale agli Australian Open

È ancora Italia-Francia, cioè Monfils-Berrettini. Non sarà calcio, ma pure con una racchetta in mano i precedenti tra azzurri e cugini d’oltralpe sono ormai frequenti. La sfida tra Gaël Monfils e Matteo Berrettini che apre il programma dei quarti degli Australian Open 2022 può ritagliarsi un posto nella storia del tennis italiano, che non ha mai portato un proprio rappresentante tra i primi quattro nel Major australiano.

MONFILS-BERRETTINI
TUTTE LE QUOTE

Monfils-Berrettini, la presentazione

Tocca a Matteo Berrettini aprire il programma dei quarti di finale degli Australian Open 2022. La testa di serie numero 7 affronterà la numero 17 Gaël Monfils con l’obiettivo di fare un altro passo nella storia del tennis italiano, ormai una specialità per l’atleta romano. Matteo è stato infatti il primo italiano a raggiungere la finale di Wimbledon, è il recordman tricolore di permanenza nella top ten del ranking Atp ed ora è anche diventato il primo a raggiungere i quarti di finale in tutte le prove dello Slam.

Contro Monfils c’è in palio la possibilità di migliorare quanto fatto da Giorgio De Stefani nel 1935, da Nicola Pietrangeli nel 1957 e da Cristiano Caratti nel 1991, i tre italiani che si sono spinti più avanti agli Open d’Australia, fermandosi appunto ai quarti. Un anno dopo aver dovuto lasciare il torneo prima di disputare l’ottavo finale contro Tsitsipas a causa del primo infortunio agli addominali, Matteo proverà a saldare il conto con la storia grazie al carico di autostima arrivato dalla vittoria-svolta contro Alcaraz, alla tranquillità di chi ha appena salito un altro gradino nel ranking Atp, salendo in sesta posizione, e di chi non ha più paura nell’affrontare match importanti da favorito.

Pronostici Australian Open: Gael Monfils “ringrazia” Novak Djokovic

C’è molto “merito” di Novak Djokovic nella cavalcata australiana che ha visto protagonista Gaël Monfils, bravo ad approfittare del vuoto lasciato dal serbo nella parte alta del tabellone. L’esclusione di Djokovic prima dell’inizio degli Australian Open ha infatti scatenato un effetto domino con la testa di serie numero 5, Andrej Rublev, inserito al posto di Novak e proprio Monfils, numero 17 del seeding, chiamato a “tappare” il buco lasciato nel tabellone dal russo.

Nei fatti, un regalo che solo il francese ha saputo sfruttare, visto che Rublev si è fatto sorprendere già al terzo turno da Cilic. Il match con Berrettini rappresenterà quindi il primo vero esame per l’ex numero 6 del mondo, che finora incontrato l’argentino Federico Coria, il kazako Aleksandr Bublik, il giocatore che, in quanto migliore fra le non teste di serie, ha preso il posto nel tabellone lasciato libero dallo stesso Monfils, e il cileno Cristian Garin. Detto questo, il francese è in gran forma, ha aperto il 2022 vincendo ad Adelaide e sarà un avversario da prendere con le molle per Berrettini, che arriverà al match con un carico di stanchezza superiore rispetto al dirimpettaio, insidioso manifesto di un tennis a metà tra tradizione e nuova frontiera.

Monfils-Berrettini: precedenti e pronostico

Matteo Berrettini e Gaël Monfils hanno più caratteristiche in comune di quanto quanto lascerebbe immaginare l’anagrafe, essendo i due separati da ben 10 anni. A cominciare da un dritto potentissimo ed efficacissimo e proseguendo con la tendenza di chiedere molto, a volte troppo al proprio fisico, che si è tradotta in infortuni piuttosto ricorrenti. Un bagaglio tecnico non troppo ampio, la discontinuità di rendimento e un pizzico di umoralità hanno tarpato le ali al francese in carriera, ma si tratta del classico “cavallo pazzo” che in giornata può far soffrire anche i più forti e che sa esaltarsi a livello fisico, trovando fiducia grazie a colpi acrobatici e nella capacità di “appoggiarsi” al pubblico.

Insomma, Berrettini dovrà resettare quanto di buono fatto finora nel torneo, consapevole che Monfils sarà l’avversario più forte nel senso di completezza e maturità trovato finora sulla propria strada. Incoraggianti per l’italiano i due precedenti, che hanno visto Monfils sconfitto nell’ATP Cup 2021 e soprattutto nello storico quarto di finale degli Us Open 2019, il torneo che rivelò al mondo Matteo. Tre anni dopo c’è un cerchio da chiudere, per passare da rivelazione a certezza del panorama internazionale. Confortati dalla quote di oggi sugli Australian Open, puntiamo su un successo di Berrettini in quattro set.

MONFILS-BERRETTINI
LE MIGLIORI QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X