Nadal-Ruud finale maschile Roland Garros 2022

Nadal-Ruud: l’allievo-rookie sfida il mito nella finale del Roland Garros 2022

Il finalista seriale e il debuttante. Lo scenario visto già tre volte sul centrale di Parigi farà da contorno all’ennesimo appuntamento con la storia per Rafa Nadal, pronto a dare un altro saggio del proprio talento infinito e del proprio carattere contro l’allievo norvegese Casper Ruud, cresciuto nell’accademia del maiorchino e da due anni miglior specialista al mondo della superficie. Il pronostico di Nadal-Ruud.

Quote del: 05/06/2022

Calcio d’inizio: domenica 5 giugno 2022, ore 15.00

Sede: Court Philippe Chatrier (Parigi)

NADAL-RUUD
QUOTE LIVE

Nadal-Ruud: la presentazione

Il Roland Garros 2022 è arrivato all’ultimo atto, tra l’immenso Rafael Nadal e l’emergente Casper Ruud, che a 23 anni continua una crescita che lo ha reso da ormai un anno un avversario quasi ingiocabile sulla terra rossa. L’ultimo a farne le spese è stato Marin Cilic, al quale non è bastato partire meglio per resistere alla capacità di Ruud di rovesciare il match dal punto di vista tecnico e mentale.

Sarà la finale tra maestro e allievo, luogo comune mai così vero visto che dietro ai colpi da fuoriclasse di Ruud, oltre al lavoro del padre Christian, tennista di discreto livello negli anni ’90, ci sono quattro anni di lavoro nella Rafael Nadal Academy di Maiorca. Dopo la maratona contro Djokovic, il dramma vissuto da Zverev in semifinale ha semplificato il compito di Nadal, che ha potuto così risparmiare energie preziose al termine di due settimane comunque confortanti sul piano fisico per il mancino di Manacor, che va a caccia della 14a corona a Parigi in altrettante finali e dello Slam numero 22 della carriera.

Roland Garros 2022, la finale dei grandi numeri

Nadal-Ruud sarà allora la finale dei grandi numeri tra il mito delle 111 vittorie in 114 partite giocate in questo torneo e chi, con 66 successi sulla terra dal 2020, vanta il miglior score in assoluto sulla superficie negli ultimi 24 mesi, anche rispetto a Nadal, frenato tuttavia solo dagli infortuni. Oltre a essere il primo norvegese nella storia capace di raggiungere la finale di uno Slam, Casper Ruud sarà l’ottavo tennista diverso chiamato alla “missione” di interrompere il regno di Nadal sulla terra rossa parigina.

Prima del norvegese nelle 13 finali che Rafa ha giocato al Philippe Chatrier c’hanno provato per quattro volte a testa Roger Federer, in tre occasioni Novak Djokovic, per due volte Dominic Thiem e per una a testa Mariano Puerta, David Ferrer, Stan Wawrinka e quel Robin Soderling che a tutt’oggi, insieme al serbo, è stato l’unico capace di battere Nadal in questo torneo.

Per Puerta, Ferrer e Thiem la finale di Parigi è stata la prima in uno Slam delle rispettive carriere, come lo sarà per Ruud, la cui attitudine come sulla terra rossa può essere paragonata solo a quelle di Ferrer e Thiem. Ma se l’austriaco sarebbe poi stato frenato dagli infortuni e per lo spagnolo quel traguardo fu una sorta di premio alla carriera, Ruud c’arriva in piena crescita, anche sul cemento, dove ha appena raggiunto la prima finale in carriera a Miami, perdendo contro Alcaraz dopo aver eliminato Zverev.

Nadal-Ruud: quote e pronostico

La bacheca dei tornei vinti in carriera da Ruud è un florilegio di ATP 250: otto su otto in poco più di due anni, da Buenos Aires 2020 a Ginevra 2022, con il picco del tris di trionfi in tre settimane nel luglio di un anno fa. Nonostante questo lo swing sulla terra per Ruud non è stato del tutto soddisfacente: le precoci eliminazioni subite a Montecarlo e Madrid contro Dimitrov e Lajovic, oltre a costare punti preziosi in classifica, hanno rappresentato passi falsi inattesi proprio in tornei dove le aspettative erano alte, ma tra Roma e Parigi Casper sembra avere ritrovato una buona condizione psicofisica, pur avendo vinto solo una volta in tre set contro Ruusuvuori e dovendo rimontare, prima di Cilic, anche Sonego al secondo turno prima di piegare con più facilità Hurkacz e Rune.

Insomma, la stanchezza potrebbe rappresentare un ostacolo in più per Ruud, così come la disabitudine ad arrivare fino in fondo in un torneo che si gioca sulla distanza dei cinque set. Casper sa che per compiere l’impresa ci sarà bisogno di andare oltre l’aspetto tecnico: il servizio e soprattutto uno dei migliori dritti del circuito non basteranno, la svolta contro Cilic arrivata solo quando Ruud è cresciuto di livello nella risposta è un segnale chiaro circa il coraggio e la personalità che serviranno fin da subito contro un Nadal che aggredirà da subito il match per evitare di farlo andare troppo per le lunghe. Le quote scommesse sul tennis della finalissima del Roland Garros sono un tripudio per Nadal. Però noi crediamo che Ruud possa riuscire a strappare almeno un set al fuoriclasse maiorchino.

NADAL-RUUD
TUTTE LE QUOTE

Crediti Immagine: Getty Images

X