Come scommettere sui marcatori

Come scommettere sui marcatori: regolamento, casistiche e consigli

Cosa è il gol, se non l’espressione massima del gioco del calcio? Tutti noi appassionati attendiamo quel momento in cui qualcuno la insacca e, soprattutto se si è tifosi, poco importa se ciò avviene dopo un dribbling ubriacante o con un tocco fortuito sotto porta. La bellezza del gol conta ben poco anche per le scommesse sui marcatori, l’argomento che andiamo a trattare oggi. Sì perché se scommettere è bello, farlo azzeccando il giocatore che segna un gol è ancora più eccitante. Cerchiamo allora di capire come scommettere sui marcatori e quali sono le migliori strategie a adottare. 

In questa guida scopriremo:

Scommesse sui marcatori: tutti i modi possibili

I più esperti tra voi sapranno già come funzionano le scommesse sui marcatori, ovvero in quanti modi è possibile giocare su un calciatore che segni un gol. Ecco allora una lista delle principali scommesse disponibili su questo argomento, che sarà utile ai principianti ma anche come “ripasso” a chi ne conosceva già la maggior parte.

  • Marcatore sì/no: si deve pronosticare se, all’interno dei tempi regolamentari più eventuale recupero, un calciatore X riuscirà a segnare almeno un gol.
  • Primo marcatore: lo scopo di questa scommessa è indovinare quale sarà il primo giocatore a segnare in una determinata partita.
  • Ultimo marcatore: lo scopo di questa scommessa è indovinare quale sarà l’ultimo giocatore a segnare in una determinata partita. Va da sé che se una partita finisce col risultato di 1-0, il giocatore che ha segnato quel gol risulterebbe vincente sia in caso di scommessa sul primo che sull’ultimo marcatore.
  • Primo marcatore sì/no: si deve pronosticare se un dato calciatore sarà o meno il primo giocatore a segnare in una partita (tempi regolamentari + recupero).
  • Primo marcatore primo tempo sì/no: uguale al precedente ma riferito al solo primo tempo.
  • Primo marcatore secondo tempo sì/no: uguale al precedente ma riferito al solo secondo tempo.
  • Ultimo marcatore sì/no: si deve pronosticare se un dato calciatore sarà o meno il primo giocatore a segnare in una partita (tempi regolamentari + recupero).
  • Primo marcatore di squadra: si deve indovinare quale sarà il primo giocatore di una singola squadra a segnare in una determinata partita (tempi regolamentari + recupero).
  • Ultimo marcatore di squadra:  si deve indovinare quale sarà l’ultimo giocatore di una singola squadra a segnare in una determinata partita (tempi regolamentari + recupero).
  • Marcatore + ammonito sì/no: si deve pronosticare se un determinato giocatore, all’interno dello stesso incontro, riuscirà sia a segnare un gol che a farsi ammonire.
  • Miglior marcatore manifestazione: la classica scommessa sul capocannoniere, che può valere per un campionato come ad esempi la Serie A, ma anche per manifestazioni come Mondiali ed Europei di calcio.
  • Miglior marcatore squadra: simile al precedente, ma riferito al solo contesto di una squadra.
  • Marcatore sì/no e squadra vince: una delle scommesse “combo” più gettonate dagli appassionati. In questo caso si legano due eventi: il fatto che un calciatore segni e quello che la sua squadra vinca. La scommessa prevede tutte le opzioni possibili (giocatore segna e la squadra vince, giocatore non segna e la squadra vince, giocatore segna e la squadra non vince, giocatore non segna e la squadra non vince).
  • Primo marcatore + risultato esatto: altra scommessa combo molto azzardata, che combina il pronostico sul risultato esatto di una partita con l’eventualità che il primo gol dell’incontro venga segnato dal giocatore X.
  • Ultimo marcatore + risultato esatto: uguale al precedente, ma con la differenza che va pronosticato l’ultimo giocatore a segnare eventualmente un gol.
  • Doppietta sì/no: come dice il titolo, va pronosticato se nella partita un dato giocatore segnerà o meno una doppietta.
  • Tripletta sì/no: uguale al precedente, ma relativo alle sole eventualità in cui uno stesso calciatore segni almeno 3 reti.

Cosa succede se il giocatore non gioca

Il regolamento delle scommesse sui marcatori è abbastanza semplice. Tranne ove indicato specificamente, sono esclusi eventuali tempi supplementari e calci di rigore. Tuttavia uno degli interrogativi che più spesso si pongono gli scommettitori meno esperti è: cosa succede se si è effettuata una scommessa sui marcatori e il calciatore su cui si è puntato non gioca? La risposta è in verità piuttosto semplice. Se il calciatore non scende affatto in campo (indipendentemente dal fatto che rimanga in panchina o in tribuna), la scommessa viene invalidata e la quota considerata 1,00. Viceversa, se il calciatore scende in campo anche per pochi secondi, la scommessa è ritenuta valida e dunque, qualora non riesca a segnare mentre nella nostra puntata abbiamo scommesso su un suo gol, la scommessa risulterà perdente.

Quali marcatori scegliere e quali evitare nelle scommesse

Quante volte avete sentito che un certo attaccante è la bestia nera per quella data squadra? In verità la cosa capita piuttosto non di rado, e in questi casi è meglio saperlo prima per provare, eventualmente, a realizzare un piccolo guadagno. In questo ci possono essere d’aiuto siti come Transfermarkt.it, il quale per ogni calciatore offre una funzione molto interessante. Si chiama “bilancio contro…” e si trova sotto al menu “rendimento” di ciascun calciatore censito. Quello sotto, ad esempio, è il bilancio di Fabio Quagliarella contro tutte le squadre di Serie A, ordinato per numero di gol:

Il bilancio di Fabio Quagliarella contro tutte le squadre di Serie A in carriera, ordinato per numero di gol. Da sinistra troviamo nome squadra, presenze, vittorie, pareggi, sconfitte, gol, assist, ammonizioni, doppie ammonizioni, espulsioni dirette

Come si può apprezzare dall’immagine, le “vittime” preferite di Quagliarella sono Atalanta e Fiorentina, ma con la Dea il bilancio è ancora migliore perché contro i nerazzurri l’attaccante segna in media 0,63 gol a partita, contro 0,54 realizzati alla Viola. Fra le squadre che ispirano meno Quagliarella ci sono invece Palermo (0,17 gol a partita), Roma (0,21) e Inter (0,22). Stiamo parlando di un calciatore che da svariati anni è sempre tra i candidati nelle quote per il titolo di capocannoniere in Serie A, quindi la sua è una statistica dalle dimensioni davvero attendibili.

Consigli per le scommesse sui marcatori

I consigli su come muoversi in questo tipo di scommesse sportive non possono che partire da siti come quello appena citato. Grazie a questi strumenti saremo sempre informati sulla frequenza media di gol, da parte di un calciatore, contro una qualsiasi squadra.

Un altro parametro di cui tenere conto è quello dell’eventuale tempo preferito. In genere i calciatori distribuiscono le reti in maniera più o meno bilanciata fra primo e secondo tempo, ma alcuni mostrano tendenze peculiari che li portano a prediligere uno dei 2 tempi di gioco. Vuoi per struttura fisica, vuoi per la tipologia di preparazione svolta dalla squadra o per lo svolgimento tattico della partita, a volte si creano situazioni che meritano molta attenzione, nel campo delle scommesse sui marcatori. Come avete visto, infatti, a volte è possibile anche scommettere sul tempo in cui un calciatore segna. Analizzano le prestazioni di Ciro Immobile in Serie A, emerge quanto segue:

La distribuzione dei gol tra 1° e 2° tempo di Ciro Immobile, in Serie A

I dati dicono pertanto che Ciro Immobile ha una leggera preferenza per il secondo tempo con il 53,7%, in Serie A. Tale dato risulta coerente con la carriera del 30enne attaccante, visto che la media tenuta fra i vari club è del 54,2% in favore della seconda frazione di gioco.

Guardando invece le performance di Cristiano Ronaldo, emerge un dato molto particolare per la Serie A:

La distribuzione dei gol fra il 1° e il 2° tempo di Cristiano Ronaldo, in Serie A

La prevalenza del secondo tempo, nelle reti segnate da CR7 nel nostro campionato, si fa abbastanza netta con un 67,1%. In questo la differenza con il resto della straordinaria carriera dell’asso portoghese è curiosa, poiché fra Sporting Lisbona, Manchester United, Real Madrid e Juventus la distribuzione dei gol di Cristiano si attesta su un 55,2% in favore del secondo tempo. Esiste dunque uno scarto del 12,5% che diventa interessante dal punto di vista delle scommesse sui marcatori.

Un ultimo aspetto da tenere sempre d’occhio è la forma recente. Ci sono calciatori che mantengono una certa costanza nella frequenza di gol, mentre altri sono più umorali magari legati a picchi e scadimenti di forma. Ad ogni modo, puntare su un calciatore che ultimamente si è mostrato “caldo” sotto porta non è mai, ma proprio mai, una cattiva idea.

Ricordiamo infine che molto spesso i calciatori più indicati per le scommesse sui marcatori sono i rigoristi, anche se la loro quota è fatalmente più bassa rispetto a colleghi che solitamente non battono i penalty. A tal proposito è il caso di dare uno sguardo ai nostri consigli riguardanti le scommesse su rigore sì/no, perché anche in quel caso si possono creare situazioni molto favorevoli a una giocata.

BONUS BENVENUTO BWIN

Altri articoli della nostra Guida Scommesse:

X