Olimpiadi Invernali Pechino 2022

Olimpiadi invernali 2022: calendario, impianti, curiosità e i protagonisti più attesi a Pechino

Poco più di un mese dopo aver salutato uno degli anni più ricchi di manifestazioni sportive di alto livello, è già tempo di vivere l’evento più atteso dell’anno solare. A Pechino si alza il sipario sulle Olimpiadi invernali 2022, giunte alla XXIV edizione, in calendario tra il 4 e il 20 febbraio e rimaste nella collocazione temporale originaria nonostante la pandemia di Coronavirus. In questa infografica andiamo a esplorare insieme tutto ciò che c’è da sapere sull’evento multisport più importante dell’anno.

OLIMPIADI INVERNALI 2022
TUTTE LE QUOTE

Olimpiadi invernali 2022: la seconda volta dei Giochi nell’era del Coronavirus

Meno di sei mesi dopo il suo spegnimento a Tokyo 2020, torna ad ardere il braciere olimpico per la XXIV edizione dei Giochi invernali. In programma dal 4 al 20 febbraio a Pechino, la capitale cinese che diventerà così la seconda città della storia ad ospitare l’edizione invernale dei Giochi dopo quella estiva, che risale al 2008.

Come a Tokyo 2020 si tratterà di un’edizione blindata a causa dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia di Coronavirus. Proprio pochi giorni prima del via delle gare il Comitato Organizzatore ha deciso di limitare la presenza negli impianti ad un numero ristretto di addetti ai lavori e personale autorizzato. La speranza è che ci sia spazio solo per la cronaca sportiva, nell’edizione che cederà il testimone all’Italia, che con Milano-Cortina 2026 ospiterà i Giochi invernali per la terza volta nella propria storia. 

Olimpiadi invernali 2022, il calendario delle finali: si parte con il curling, gran finale con hockey e fondo

Come per i Giochi estivi, e per la terza edizione consecutiva in quelli invernali, l’assegnazione dei primi titoli precederà la Cerimonia inaugurale. Si inizierà con le gare di curling, che assegnerà già martedì 8 il primo titolo, quello dell’inedita prova mista, mentre giovedì 3 prenderanno il via le prove di freestyle e i tornei di hockey su ghiaccio.

La giornata più ricca di titoli, e dunque più interessante per le quote sportive, sarà proprio quella di martedì 8, quando verranno assegnate ben 10 medaglie d’oro, tra le quali due di sci di fondo, le prove sprint, e una di sci alpino, il Super G maschile. La “regina” dei Giochi invernali farà il proprio debutto già domenica 6, quando verrà assegnato il titolo della discesa libera maschile. La giornata invece con meno finali in programma sarà lunedì 14, con solo quattro titoli in palio.

Domenica 20, poco prima della Cerimonia di chiusura, gran finale con l’assegnazione del titolo olimpico maschile di hockey e con la… maratona di fondo, la 30 km tecnica classica femminile. 

Pechino 2022, la guida: impianti, nazioni in gara e discipline

Sarà di 109 il numero di eventi complessivo previsti a Pechino 2022 per un totale di 327 medaglie contese da circa 2900 atleti complessivi, contro le 102 di Pyeongchang 2018. Tante discipline, tanti eventi che richiedono, per i bettor, un ripasso del nostro glossario scommesse per prepararsi al meglio alla kermesse. Il pattinaggio di figura sarà come sempre la disciplina ad assegnare più medaglie, 14.

Per quanto riguarda le nazioni, per la prima volta dal 1972 ci sarà una riduzione del numero dei paesi in gara, che scenderà dai 92 di Pyeongchang a 90. Al debutto di Arabia Saudita e Haiti e al ritorno del Perù faranno infatti da contraltare le assenze rispetto all’edizione coreana di Bermuda, Singapore, Sudafrica, Togo. E soprattutto la Corea del Nord, che dopo la storica presenza congiunta con la Corea del Sud nell’edizione casalinga ha deciso di boicottare Pechino 2022, ufficialmente per timori legati alla pandemia.

Variegate le sedi degli eventi, alcune delle quali ricavate tra le strutture che ospitarono i Giochi estivi 2008. Come il Capital Indoor Stadium, che quattro anni fa ospitò le gare volley e che vedrà svolgersi gli eventi di pattinaggio di figura e short track e come il Wukesong Indoor Stadium, dove si svolgeranno le gare di hockey su ghiaccio dopo aver ospitato il basket nel 2008. All’interno dell’Olympic Green si svolgeranno le gare di hockey ghiaccio, pattinaggio di velocità e curling.

Gli altri eventi, fatte salve ovviamente le Cerimonie di Apertura e Chiusura, che si svolgeranno presso lo Stadio Nazionale di Pechino, si terranno fuori dalla Capitale. Le gare di sci alpino saranno ospitate dalla stazione sciistica di Xiaohaituo, nella contea di Yanqing, costruita per l’occasione. Tutto nuovo anche lo Il National Sliding Centre, che ospiterà le prove di bob, skeleton e slittino. Le gare di biathlon, freestyle, sci di fondo, combinata nordica, salto con gli sci e snowboard si svolgeranno presso gli impianti collocati a Zhangjiakou, città-prefettura a nord di Pechino.

Pechino 2022, i protagonisti più attesi: Shiffrin la star, Yuzuru e Wüst per la storia

L’Olimpiade rappresenterà come sempre un’occasione pressoché unica per atleti che eccellono in discipline con ridotta visibilità per mettersi in luce agli occhi del mondo. I personaggi su cui puntare l’attenzione sono tanti. Per esempio Hanyu Yuzuru, a caccia del terzo titolo consecutivo nel pattinaggio di figura, un’impresa che non viene centrata dal 1928. O la pattinatrice di velocità olandese Ireen Wüst, già la più medagliata di sempre nella storia dei Giochi invernali con 11 allori, a caccia del primato assoluto, Olimpiadi estive comprese, del quinto successo in altrettante edizioni dei Giochi. O, per finire, la slittinista tedesca Natalie Geisenberger, che può eguagliare Armin Zoeggeler come numero di ori olimpici consecutivi (tre) nella specialità.

Nello sci alpino, invece, fari puntati su Mikaela Shiffrin, in piena corsa per la quarta coppa del mondo della carriera. L’americana, anche guardando le quote sulle Olimpiadi invernali 2022, sembra avere tutto per puntare a Pechino ad uno storico tris di ori tra slalom speciale, gigante e combinata.

Olimpiadi invernali 2022, le speranze azzurre: Sofia Goggia cerca il miracolo, Arianna Fontana la leggenda

L’Italia si presenterà a Pechino con un contingente di 118 atleti, 72 uomini e 46 donne. L’obiettivo minimo è eguagliare il bottino di Pyeongchang, dove gli Azzurri toccarono quota 10 medaglie per un più che onorevole 12° posto finale del medagliere con ben tre ori. L’inserimento delle prove di snowboardcross misto e staffetta mista dello short track potrebbero fare il gioco dell’Italia, che in queste specialità potrà calare carte di primo livello, a partire dalla leggenda Arianna Fontana. La valtellinese, alla quinta Olimpiade della carriera con già otto medaglie in bacheca, cercherà l’aggancio a Stefania Belmondo, l’atleta più medagliata di sempre ai Giochi con dieci podi.

Michela Moioli, oro nel 2018, nello snowboardcross, sarà invece la portabandiera azzurra in entrambe le cerimonie dopo il forfeit forzato della concittadina Sofia Goggia. Dopo la drammatica caduta di Cortina la campionessa olimpica in carica della discesa farà l’impossibile per provare a difendere il titolo nella gara in cui anche Federica Brignone potrà dire la propria per inseguire la prima medaglia olimpica della carriera, obiettivo raggiungibile anche in gigante e pure da Marta Bassino, mentre in Super G può fare da outsider Marta Curtoni.

Attesa anche per Dominik Paris nella discesa e nel Super G. A caccia della consacrazione olimpica andranno anche Dominik Fischnaller nello slittino, ancora a secco di medaglie a cinque cerchi, Dorothea Wierer, tre volte campionessa del mondo nel biathlon, ma ferma a due bronzi olimpici, e il fondista Federico Pellegrino, argento a Pyeongchang.

OLIMPIADI INVERNALI 2022
LE QUOTE AGGIORNATE

Crediti Immagine: Getty Images

X