Corea del Sud-Serbia: le campionesse del mondo a caccia di un bronzo per rialzare la testa

Corea del Sud-Serbia: le campionesse del mondo a caccia di un bronzo per rialzare la testa

Corea del Sud-Serbia scenderanno in campo questa notte per la finalina del torneo olimpico di volley femminile. Eliminate in semifinale dalla contesa per l’oro, le due squadre si giocheranno nella finale 3°-4° posto la possibilità di mettere le mani su una medaglia di bronzo che consentirebbe a entrambe di concludere positivamente una cavalcata comunque di assoluto livello.

Quote del: 07/08/2021

Inizio: domenica 8 agosto, ore 02.00

Sede: Ariake Arena, Tokyo (Giappone)

COREA DEL SUD-SERBIA
TUTTE LE QUOTE

Corea del Sud-Serbia, la presentazione

Saranno la Corea del Sud e la Serbia ad affrontarsi nella finale per il bronzo del volley femminile a Tokyo 2020. Sarebbe troppo sostenere che in Giappone le ragazze di Terzic abbiano deluso. Vero è che l’accesso alla seconda finale a Cinque Cerchi consecutiva è stato fallito, cogliendo di sorpresa tutti gli appassionati di scommesse sulle Olimpiadi. E la delusione è tanto più grande se si guarda al palmares con il quale si erano avvicinate al Grande Evento, ovvero due titoli europei e la vittoria nell’ultimo Mondiale. Ma in un torneo olimpico a squadre finire tra le prime quattro significa comunque aver fatto qualcosa di importante. Ora però manca l’ultimo tassello per portare materialmente qualcosa a casa.

Corea del Sud-Serbia, quote e pronostico

La Serbia farà però bene a prestare attenzione a chi ha poco o nulla da perdere. Perché la marcia giapponese della Corea del Sud è stata esaltante e sorprendente e tale sarebbe anche se le asiatiche non conquistassero un altro scalpo eccellente, dopo quelli di Giappone (nella partita chiave della fase a gironi) e Turchia, sorprendentemente battuta ai quarti. Grandioso è stato il lavoro del ct Stefano Lavarini, che dopo aver portato Novara al massimo traguardo possibile (contendere campionato e Champions alla corazzata Conegliano) ha fatto altrettanto dando un gioco, un’organizzazione, ma soprattutto mentalità ad un gruppo di ragazze discretamente talentuose, ma nulla più. Peraltro, private dell’apporto delle gemelle Lee Jae-yeong e Lee Da-yeong, fermate a febbraio per una strana storia di bullismo. Certo quello che manca alle coreane, oltre alla storia (una sola medaglia olimpica, il bronzo nel 1976), è l’esperienza internazionale, giocando tutte all’interno dei confini nazionali e la gestione dei momenti di tensione e della stanchezza. Per questo per il bronzo di Tokyo 2020 diciamo Serbia e in tre set. Una Serbia mai convincente appieno (eccetto che contro l’Italia…) a livello di gioco e sconfitta seccamente nelle uniche due partite vere affrontate nel torneo, contro Brasile e Stati Uniti. Ma ancora in tempo per rendere il proprio bilancio accettabile.

COREA DEL SUD-SERBIA
LE QUOTE AGGIORNATE

Crediti Immagine: Getty Images

X