Italia-Francia, gli azzurri per salvare l'onore nel giorno di esordi e possibili addii

Italia-Francia, gli azzurri per salvare l’onore nel giorno di esordi e possibili addii

Inizio: sabato 16 marzo, ore 13:30

Stadio: Olimpico, Roma

Italia-Francia, la presentazione

Ventuno sconfitte consecutive, eppure l’Italia del Rugby sta dando segnali importanti di progresso, al Sei Nazioni. La partita che chiude questa edizione sarà Italia-Francia, con nulla in palio se non l’onore e la voglia di tornare al successo.

Tecnicamente il Cucchiaio di legno è già assegnato all’Italia, poiché comunque vada gli azzurri chiuderanno ultimi in classifica. Tuttavia, nella sua vecchia accezione l’odiata stoviglia si assegnava alla squadra che perdeva tutte le partite di una edizione. Ecco, in questo senso l’ItalRugby ha tutte le ragioni per cercare di evitare questa onta. L’unico modo per farlo è battere la Francia, che poi è realisticamente l’unica delle concorrenti che l’Italia ha chance di sconfiggere sul campo.

Purtroppo per noi, gli infortuni hanno falcidiato la vigilia e O’Shea è stato costretto a diversi cambi sul 15 ipotizzato. Nell’emergenza ci sono comunque novità da accogliere con grande gioia, come ad esempio l’esordio del ventunenne Marco Zanon. A fare da contraltare, quella che potrebbe essere l’ultima partita in nazionale di Sergio Parisse. Non sarà il classico passaggio di consegne, ma augurare a Zanon il traguardo delle 138 presenze che Parisse taglierà domani è il minimo che si possa fare.

La Francia, a sua volta, non attraversa certo il migliore momento della sua storia. Il movimento è in crisi e ciò si ripercuote inevitabilmente sulla qualità della nazionale. Il CT Brunel, tra l’altro ex della nazionale italiana, è sotto accusa anche da prima che iniziasse un Sei Nazioni che finora ha regalato tre sconfitte (di cui una umiliante con l’Inghilterra) e solo una vittoria. Per loro battere l’Italia sarebbe un po’ un modo per salvare l’onore.

O’Shea ha reso nota la formazione che affronterà la Francia. Eccola:

Italia: Hayward – Padovani, Zanon, Morisi, esposito – Allan, Tebaldi – Parisse, Polledri, Steyn – Ruzza, Sisi – Pasquali, Ghiraldini, Lovotti. A disposizione: Bigi, Traoré, Ferrari, Zanni, Negri, Palazzani, McKinley, Sperandio.

Italia-Francia, uno sguardo alle quote

Come previsto, anche in questo ultimo match l’italia è sfavorita ma molto meno rispetto alle altre uscite. Gli azzurri si giocano a 3.60, contro l’1.28 della Francia e il 23.00 per il pareggio. La quota che ci sentiamo di consigliare è “si segna più nel secondo tempo”, a 1.73. L’Italia è la squadra che subisce di più nelle ultime fasi dei match, fasi in cui peraltro segna anche molto quindi la quota è doppiamente interessante.

Resta nel vivo dell’azione con la app bwin Sports. Immergiti nella sezione scommesse più ricca e varia in circolazione e naviga a fondo nel nostro menu statistico della sezione Calcio per scegliere velocemente le tue scommesse migliori. Scarica ora

X